Icardi svela: «Ecco perché ho litigato con quelli della Sampdoria»

© foto www.imagephotoagency.it

Mauro Icardi ritorna sul suo passato: all’Inter lo volle fortemente Moratti, avrebbe potuto vestire l’azzurro ma non volle e litigò con la Sampdoria

Il rapporto di Mauro Icardi con la Sampdoria non è mai stato dei migliori. Il fatto che sia stata la Sampdoria a scoprirlo, crescerlo, presentarlo agli occhi del mondo calcistico e soprattutto permettere che una società come l’Inter fosse interessata lui, al capitano nerazzurro non passa nemmeno per l’anticamera del cervello. La gratitudine è una merce rara, dopotutto l’abbiamo visto di recente in Inter-Sampdoria: Skriniar segna e non esulta, Icardi segna e non manca di esultare. Lo fece fin dal primo gol realizzato contro la squadra blucerchiata, irridendo perfino la Gradinata Sud portandosi le mani alle orecchie.

Icardi lo conosciamo bene, sopratutto per quei tratti caratteriali che lo hanno reso inviso alla tifoseria blucerchiata, ma l’attaccante dell’Inter non smette di tornare sul suo passato e sulla sua parentesi alla Sampdoria. Intervistato da Rivista Undici, il numero nove svela uno dei motivi del litigio con la società doriana: «C’era la possibilità di giocare con la Nazionale Italiana, mi avevano chiamato per l’Under e ho litigato con quelli della Sampdoria perché non volevo andare, io volevo l’Argentina. E ce l’ho fatta: è stata dura ma ho raggiunto il mio obiettivo».