Il Consiglio di Stato dà ragione ai “daspati” di Livorno

© foto www.imagephotoagency.it

Il Consiglio di Stato ha finalmente scagionato i 93 tifosi blucerchiati che si erano visti assegnare un Daspo da parte del Questore di Livorno poiché si erano presentati allo Stadio Picchi con regolare biglietto ma senza tessera del tifoso. Con la sentenza depositata ieri, sono stati rigettati tutti i ricorsi da parte della Questura di Livorno, chiudendo quindi una vicenda arrivata al limite del grottesco.

Questo il comunicato pubblicato dagli UTC sul loro sito http://www.ultrastito.com :

Purtroppo per l’illustre questore Cardona da Livorno, stavolta è proprio finita!

La sentenza del Consiglio di Stato depositata il 10/12/2014 (Sentenza n. 6075-2014 chiude una vicenda grottesca, ma all’ordine del giorno nel nostro paese. Una vittoria frutto del lavoro di squadra dei nostri legali che ci hanno difeso, lo ricordiamo, a titolo gratuito, e che vogliamo ringraziare ad uno a uno: Mario Adinolfi, Andrea Mozzati, Gabriele Pafundi, Andrea Rossi, Raffaella Rubino, Luigi Sannino,  Gerolamo Taccogna e Matteo Carpi.

Un grazie anche a chi, a vario titolo, ha supportato i ragazzi coinvolti, mantenendo accesi i fari su questa vicenda: i tifosi Sampdoriani che hanno aderito alla coreografia “per i 93”, quelli che si sono pubblicamente esposti a loro favore e anche la stampa genovese che, quando lo abbiamo ritenuto opportuno, è stata da noi duramente criticata, ma sappiamo anche che questo è il momento di riconoscere loro un merito.

Da Livorno é tutto, i Sampdoriani battono Cardona 2 a 0.

Articolo precedente
Bigon: «Gabbiadini ci interessa, ma siamo in trattativa»
Prossimo articolo
Per la Juventus Mihajlovic si affida a Soriano. Out Gabbiadini