Connettiti con noi

Gli Ex

Mancini provoca i club: «Se non fanno giocare i giovani in Serie A…»

Pubblicato

su

Roberto Mancini, commissario tecnico dell’Italia, ha parlato alla vigilia della Finalissima contro l’Argentina

Roberto Mancini, commissario tecnico dell’Italia, ha parlato alla vigilia della Finalissima contro l’Argentina. Ecco le dichiarazioni dell’ex Sampdoria in conferenza stampa.

ITALIA ARGENTINA – «È un grande piacere essere qui. Nemmeno 12 mesi fa eravamo qui a festeggiare e per questo motivo c’è anche un po’ di emozione. È bello giocare questa partita, Italia-Argentina è una classica del calcio mondiale e sarà il tributo anche a tanti giocatori. Sarà sicuramente una bella partita e una grande emozione. Se possiamo dare spettacolo? Io penso di sì, anche se ci mancano diversi giocatori. Avrei voluto avere tutti i ragazzi qui, se lo meritavano. Ci aspetta una bella partita».

RICOSTRUIRE LA NAZIONALE – «Intanto devo continuare a scegliere i giocatori sempre con un criterio logico, poi servirà coraggio perché sarà un gruppo più giovane che andrà supportato in modo diverso. Anche questa sarà una cosa bella da fare. Quella di domani sarà la gara che concluderà un ciclo. Non vuole dire che andranno via 15-20 giocatori, ma da mercoledì inseriremo dei giovani per capire quanto valgono e se potremo contare su di loro per il futuro».

GIOVANI IN SERIE A – «Stiamo cercando di lavorare per il futuro, per migliorare. Se i club fanno o non fanno giocare i giovani non posso deciderlo io. Noi cercheremo di avere più conoscenza dei giovani e vogliamo fare le cose per bene, ma non possiamo certo pregare nessuno se non lo vogliono fare. Siamo riusciti a vincere comunque un Europeo, nonostante mille difficoltà».