Connettiti con noi

Gli Ex

Italia, Cassano pessimista sui Mondiali: «Con Caputo giocheremmo in sei»

Pubblicato

su

Antonio Cassano, ex giocatore della Sampdoria, ha parlato dell’Italia di Roberto Mancini in vista dei Mondiali in Qatar 2022

Antonio Cassano, ex giocatore della Sampdoria, ha parlato dell’Italia di Roberto Mancini in vista dei Mondiali in Qatar 2022. Le sue dichiarazioni a “Bobo TV” su Twitch.

«Purtroppo è un dato di fatto, con la sfortuna di non avere un 9. Togli Lewandowski alla Polonia e lo metti all’Italia… Agli Europei abbiamo fatto molto bene la prima fase, con l’Austria abbiamo faticato e con la Spagna meritavano loro. Arrivi ad un Mondiale con Raspadori, Scamacca, con tutto il rispetto… non so se possiamo presentarci ad un Mondiale. Loro in difesa erano talmente scarsi che è una roba folle che l’Italia non abbia fatto gol. Immobile in Italia segna tanto, ma il calcio italiano è un’altra cosa. Già con Immobile facciamo fatica, se mettiamo Caputo al suo posto è come se giocassimo in sei. Locatelli mi ha impressionato, deve avere il posto fisso a centrocampo, è l’unico che gioca in avanti. Abbiamo un grande problema che è il 9, non so se mai lo troveremo. Non so se Scamacca è un giocatore di livello internazionale. Poi al Mondiale ci sono anche le sudamericane ma avendo il genio di Mancini, qualcosa si può serve inventare. Io avevo detto Pellegrini finto centravanti, Zaniolo non lo vedo lì.»