Italia, Evani: «Diamo una gioia a chi soffre. Mancini dispiaciuto»

evani italia nazionale
© foto www.imagephotoagency.it

Alberico Evani, commissario tecnico dell’Italia, ha parlato ai microfoni di Rai Sport prima del match di Nations League contro la Polonia

Alberico Evani, commissario tecnico dell’Italia, ha parlato ai microfoni di Rai Sport prima del match di Nations League contro la Polonia.

LEGGI ANCHE – Italia-Polonia in streaming e diretta tv: guardala qui

RANKING FIFA – «Era un obiettivo e un motivo per fare ancora meglio stasera. Questo non ci deve far rilassare perché ci teniamo a far bene, a crescere, a divertirci e a far divertire».

MANCINI – «È dispiaciuto perché ci tiene molto a stare con il gruppo che ormai sente suo. Però è anche tranquillo perché sa che giocatori ha. Ha ragazzi straordinarI, gli undici e i cinque che entreranno daranno il massimo per portare a casa il risultato”.

PAREGGIO – «Non si possono fare certi calcoli. Non si può giocare per un risultato ma per cercare di portare in campo i nostri principi in entrambe le fasi di gioco e possibilmente essere più bravi dell’avversario. È difficile conquistare un risultato se giochi peggio dell’avversario». LEWANDOWSKI – «È un attaccante straordinario, è pericoloso e completo. Purtroppo non c’è da preoccuparsi solo di lui. La Polonia è una squadra via che ha altri giocatori importanti. Cercheremo di limitare le loro forze e sfruttare i loro punti deboli che anche loro hanno». TUTTI UNITI – «Stasera con l’azzurro cercheremo di dare gioia e riunire tutti coloro che stanno soffrendo in questo momento. E dargli un momento di felicità. Noi ce la metteremo tutta per arrivare a questo».