Giampaolo verso la gloria: le sorti di Juric nelle sue mani

giampaolo
© foto www.imagephotoagency.it

Genoa-Sampdoria è anche Giampaolo contro Juric: tante differenze tra i due tecnici, tanti riflessi possibili delle loro scelte sul match

Il Derby della Lanterna è una partita che non si presta alle solite analisi. Innanzitutto sulla carta non c’è mai una squadra favorita: la classifica non esiste, le partite che si sono disputate fino alla stracittadina non contano nulla, quelle che devono ancora giocarsi sono un’entità astratta e lontana, il fattore campo quasi nullo. Per questo motivo non si può considerare una semplice partita della stagione di Serie A. Anzi, i due confronti sono un vero e proprio campionato a parte, chi vince ottiene la supremazia cittadina, da sempre uno degli obiettivi di entrambe le compagini. Sarà un confronto tra gli organici ma anche tra gli allenatori: due uomini con un passato diverso, con un presente diametralmente opposto, le cui strade si intrecceranno per un attimo sabato sera per poi incontrarsi nuovamente nel mese di marzo, forse. Ma come ci arrivano i tecnici a questa partita e quali saranno i loro punti di forza?

1. Juric vs Giampaolo, fattore ambientale

Il Genoa gioca in casa e, come sempre, il fattore campo può incidere. La Sampdoria però ha tutta la Gradinata Sud al completo, cuore pulsante blucerchiato, che con il suo tifo può sostenere la squadra, mettergli le ali ai piedi e farla volare verso il risultato. Se entrambe le squadre si trovassero in una posizione di classifica normale, a metà senza patemi, si potrebbe dire che l’ago della bilancia del fattore ambientale penderebbe dal lato dei rossoblù. La situazione però è decisamente diversa: il Genoa è in piena zona retrocessione, ha perso contro la Spal e la contestazione verso il presidente Preziosi è sempre viva. La Sampdoria è da sola al sesto posto, in un ambiente tranquillo, con tutti che remano dalla stessa parte e un pubblico scatenato che si è schierato saldamente al suo fianco.

2. Juric vs Giampaolo, chi sbaglia i cambi e chi cambia le partite


Una delle critiche maggiori mosse nei confronti di Juric è il non azzeccare mai un cambio e, di conseguenza, di cambiare in negativo le partite. Meno popolare la critica di sbagliare la formazione dal primo minuto di gioco, anche se nel caso di Pellegri, i tifosi lamentano una gestione scriteriata del giovane talento. In casa Sampdoria invece è Giampaolo il vero stratega delle partite della Sampdoria, le sue decisioni sulle sostituzioni determinano sempre un cambio nell’inerzia della partita. Questo non significa che gli undici messi in campo al fischio d’inizio siano sbagliati, semplicemente che, seguendo l’andamento della gara, il tecnico riesce sempre a capire quando c’è bisogno di intervenire per migliorare qualche situazione.

3. Juric vs Giampaolo, i precedenti tra i due tecnici

Sono solo due i precedenti in carriera tra i due allenatori. Giampaolo si aggiudica uno dei due Derby della Lanterna contro l’allenatore rossoblù, nella stagione 2016/17. L’altro lo disputerà contro Mandorlini, vincendolo. Il primo precedente in assoluto risale all’epoca di Cremonese-Mantova, il confronto finì in pareggio a reti inviolate. Per quanto riguarda i precedenti di Juric contro la Sampdoria sono tre per quanto riguarda il periodo passato alle giovanili del Genoa con l’Under19, una vittoria e due sconfitte; un unico precedente in Serie A, la stracittadina terminata in favore dei blucerchiati.

4. Juric vs Giampaolo: i precedenti del tecnico doriano contro il Genoa


Giampaolo ha ben otto precedenti contro il Genoa, divisi in tre vittorie, un pareggio e quattro sconfitte. Nella stagione 2016/17 si aggiudica entrambi i Derby della Lanterna, il primo contro Juric e il secondo contro Mandorlini, l’altra vittoria risale al 2015/16 quando allenava l’Empoli.