Connettiti con noi

News

Juventus-Sampdoria: la sfida si avvicina

Pubblicato

su

Per la Samp il campionato in massima serie non è poi cominciato male. Certo, c’è stata la sconfitta contro il Milan, ma anche il pareggio con l’Inter. Peccato, invece per la partita con il Sassuolo, che poteva essere portata a casa.

Una sfida importante si profila all’orizzonte, sempre più vicina: quella con la Juventus, fissata  in casa bianconera per domenica 26 settembre. Le due squadre sono sorprendentemente vicine in classifica e le scommesse calcio online non sono mai state così incerte.

L’inizio difficile della Juve

La formazione di Allegri era stata data per favorita all’inizio del campionato, forte di un organico solido e di un allenatore esperto. Con un fuoriclasse come Cristiano Ronaldo tra le sue fila. La partenza del portoghese per il Manchester United ha lasciato la squadra priva di un importante punto di riferimento e la Serie A italiana privo del suo capocannoniere uscente. Un vero peccato, visto anche l’addio all’Inter di Lukaku, partito a sua volta per il Chelsea: i due si ritrovano a contendersi la premier league ma anche la Champions.

I problemi della Juve si sono visti con la clamorosa sconfitta a Empoli. Diversa la partita con il Napoli, squadra di spessore anche quest’anno dove il risultato risulta più comprensibile. La difesa solida dei bianconeri, con la coppia Chiellini-Bonucci ancora una volta insieme, e l’attacco che ha nomi importanti, tra tutti la promessa Chiesa (che però non è partito con il piede giusto) ma anche gli investimenti che la società sta facendo: il campionato è appena iniziato e la Juventus vuole, sà, di poter fare meglio. I giochi sono ancora da fare, ma la domanda vera è: chi scenderà in campo il 26 settembre? La risposta è quanto mai incerta, vista anche l’incognita De Sciglio.

Le difficili scelte di coach D’Aversa

Per D’Aversa, come per il suo collega Allegri, la scelta di chi schierare in campo sarà tutt’altro che semplice. Partiamo dal centrocampo: Albin Ekdal o Adrien Silva? Dipenderà molto dalla condizione del giocatore svedese; che il suo compagno di squadra portoghese sia in gran forma è palese e D’Aversa avrà il suo bel da fare. La staffetta resta, comunque, possibile.

Nella partita contro l’Inter si è vista la solidità della squadra, forte della buona prestazione dell’anno passato, con il piazzamento in nona posizione, e pochi cambiamenti fatti all’interno del gruppo che è, quindi, già affiatato e collaudato.

La presenza di Yoshida ha dato ulteriore solidità. Il feeling con Colley è evidente e il difensore non è solo più che capace di contrastare gli avversari ma anche di fare gol. Le premesse sono davvero buone.

Che dire poi di Augello? Il terzino sinistro è, per coach D’Aversa, una certezza. La Samp ha dimostrato di non aver timore, anche quest’anno, delle big, e una rosa di giocatori capace di fare turn over: chi è entrato non ha fatto rimpiangere chi è uscito, come nel caso del cambio di Augello e Damsgaard per Murru e Verre nella partita contro i nerazzurri. Riuscirà la Samp di D’Aversa ad approfittare del momento difficile dei bianconeri?