Connettiti con noi

News

Keita: «Voglio portare in alto la Sampdoria. Futuro? Ecco cosa penso»

Pubblicato

su

keita sampdoria

Keita Balde pensa solo al presente e agli obiettivi da raggiungere con la Sampdoria: le parole dell’attaccante blucerchiato

Keita Balde ha voglia di stupire, trascinare la Sampdoria il più in alto possibile e poi penserà al futuro. L’attaccante blucerchiato si racconta alla Gazzetta dello Sport.

VOGLIA – «Sono sincero. Devo e voglio fare di più. Non mi accontento mai, anche se voi dite che ora faccio gol e sto bene. Sono qui per migliorarmi ogni giorno, poi faremo i conti a fine stagione. Ora mi interessa solo portare la Sampdoria in alto»

BILANCIO – «Considerando la positività e un infortunio, il bilancio è positivo. Le difficoltà servono anche per migliorarsi e per tirare fuori il carattere. Il sono molto forte mentalmente: perciò sapevo che nel momento in cui avessi avuto la possibilità di scendere in campo nelle migliori condizioni avrei dato una mano alla squadra per crescere. Sempre»

AIUTARE AD ALZARE L’ASTICELLA – «Se la società ci crede e Ranieri lo dice, a me può solo far piacere. Mi gratifica questa responsabilità e poi ho sempre avuto pressioni addosso, sin da quando ero bambino. Loro mi vedono tutti i giorni e se si aspettano questo da me io sono pronto»

MOTIVAZIONI CHE CARICANO – «Sono fatto così anche nella normalità della vita quotidiana, figurarsi nel calcio. Più grandi sono le difficoltà e più rendo e sono motivato»

DAMSGAARD – «Appena sono arrivato, in una settimana, ho capito le sue potenzialità. Ha umiltà, è un ragazzo perbene, ma possiede pure un enorme talento, decisamente superiore alla media. Con giocatori così ti intendi al volo perché parlano la tua stessa lingua. Lasciamolo lavorare tranquillo e raccoglierà grandi frutti. Ma tutti i nuovi giocatori arrivati richiesti dal mister stanno convincendo»

CALENDARIO – «Non dico di essere triste, ma ci è rimasta addosso la consapevolezza che avremmo potuto fare di più a Benevento. Con i viola sarà tosta, dobbiamo restare concentrati per portare a casa la partita. Le prossime quattro sfide sono toste, serviranno idee chiare»

FUTURO – «Non ho ancora la testa giusta per parlare del domani. Mi godo il presente, que che succederà più avanti lo vedremo»

MIGLIOR KEITA – «Bisogna sempre inseguire la perfezione. Tutti possiamo dare qualcosa id più»

Advertisement