Kownacki promosso a metà: Giampaolo sa come gestirlo

kownacki sampdoria
© foto Valentina Martini

Kownacki, contro la Fiorentina una partita generosa, ma da subentrante è un’altra storia: Giampaolo sa come gestire al meglio l’attaccante polacco

E’ stata quasi perfetta, la domenica pomeriggio di Dawid Kownacki: titolare contro la Fiorentina, una vittoria arrivata con tre reti contro una squadra forte e pericolosa, un’ottima prestazione di squadra: è mancato solo il gol. E dire che il giovane polacco ci è andato davvero vicino, nel primo tempo, quando sulla respinta corta di Sportiello si è trovato la porta spalancata per un facile tap-in, fallito per aver calciato senza troppa cattiveria, consentendo al portiere viola di fare un figurone nel parare il suo tocco ravvicinato. Da quel momento, Kownacki ha forse subìto il peso dell’errore commesso, e non è entrato più pienamente nella manovra blucerchiata come aveva fatto nelle fasi iniziali della gara.

Una buona partita nel complesso quella dell’attaccante classe ’97, anche se le prestazioni delle quali si è reso protagonista quando è entrato a partita in corso sono state spesso migliori, data anche la differenza di freschezza rispetto agli avversari. Insomma, ci vuole la giusta calma con il giovane attaccante: Giampaolo ha dimostrato fino ad ora di averlo gestito molto bene, di avergli concesso le giuste opportunità e di averlo anche protetto, tramite le non troppe presenze in campo fino ad ora, dall’impatto con un calcio diverso. Con il tempo poi il centravanti si guadagnerà lo spazio che merita e diventerà sempre più importante per questa squadra: per ora, però, la sua gestione da parte del tecnico doriano Giampaolo è stata perfetta.