Krapikas si presenta: «Kahn e Viviano i miei idoli»

© foto www.imagephotoagency.it

Diciassette anni, ciuffo biondo sbarazzino e gli occhi di chi, alla sua età, ha un radioso futuro davanti. Non è passato inosservato nella preparazione estiva Titas Krapikas, il gigante lituano estremo difensore dell’Under 17. Al secondo anno a Genova è stato aggregato alla prima squadra nella preparazione estiva, per una prima esperienza con quelli che speriamo possano essere i suoi compagni un domani.

«Ho iniziato a giocare a calcio da piccolo, a 7 anni. Subito in porta il mister in allenamento mi ha visto alto e mi ha detto di provare. In Lituania ho giocato in 2 squadre: prima in una giovanile e poi nella National Footbal Academy. Per arrivare qua ho lavorato tantissimo, quando è arrivata la chiamata è stato come un sogno.

La famiglia mi manca sempre ma se guardo al futuro penso ad arrivare più in alto possibile. Nel tempo libero sto coi compagni di squadra, in mare e barca. In Lituania tutti conoscono Marius Stankevicius: quando mi ha chiamato la Samporia ho parlato con Marius, sapevo che aveva giocato qui, e mi ha detto che qui era un’ottima squadra.

Da bambino mi piaceva tanto Oliver Kahn ma 2uando sono arrivato qua ho conosciuto Emiliano Viviano ed è diventato subito un idolo. Per me lavorare con grandi portieri come Tozzo, Viviano e Puggioni è di alto livello. Vedo quando si allenano bene, la loro tecnica e provo a fare come loro.

Nel calcio italiano l’allenatore guarda molto la difesa, mi piace. Sono contento di giocare qui. Dal campionato con la Primavera mi aspetto di fare un grande lavoro con Pedone, di arrivare ai playoff. Il mio sogno però è di arrivare più in alto possibile». Queste le parole ell’estermo difensore lituano ai microfoni di Samp Tv.