L’ira di Spalletti: «Era di nuovo rigore su Dzeko»

spalletti roma
© foto www.imagephotoagency.it

Il weekend di campionato si chiude con il match tra Fiorentina e Roma, che ha visto vincere la squadra viola grazie al gol di Badelj. E si chiude nuovamente con un interrogativo sulle sviste arbitrali. Questa volta, sarà il fato o sarà il karma, vittima di un errore arbitrale è stato proprio Spalletti. In questo caso gli errori sono due in realtà, a meno da quanto afferma l’allenatore della Roma al termine del match. Nuovamente un rigore, questa volta negato, per un fallo su Dzeko che, come afferma Spalletti a Premium Sport: «Prende una tranvata» e il gol convalidato in netto fuorigioco per la posizione di Kalinic.

 

Si era sfogato anche a Genova dopo la partita contro la Samp, sostenendo che la decisione arbitrale era più che corretta, affermando la buona fede del suo attaccante che non si lascia cadere un po’ troppo facilmente. In quel caso l’arbitro il rigore l’aveva concesso ed era stato determinante per la vittoria della Roma, ma non è mica sempre Natale. Combinazione vuole che in questa partita venga anche convalidato un gol viziato, a dire di Spalletti, da un fuorigioco quantomeno solare. Sicuramente le due situazioni, quella della Sampdoria nella partita contro il Milan e questa, non si possono comparare però da un lato abbiamo un fuorigioco segnalato da Manganelli e convalidato da Irrati quantomeno dubbio. Dall’altra abbiamo un fuorigioco che parrebbe solare non convalidato dal migliore arbitro d’Italia in quanto il giocatore, sul dischetto del rigore, sarebbe stato troppo lontano dalla porta per poter disturbare il portiere. La morale è la stessa: finchè non ci sarà un unico metro di paragone per le situazioni, i risultati saranno sempre condizionati da sviste arbitrali più o meno solari.