La Sampdoria si prepara: «Squadre quasi recluse. Sempre in ritiro»

linetty sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Colautti sulla ripresa della Serie A: «Squadre quasi recluse, sempre in ritiro»

La ripresa del campionato costerà sacrifici alle squadre di Serie A. L’emergenza Coronavirus non si potrà dichiarare conclusa fino alla scoperta di un vaccino e per questo tutte le formazioni, tra cui la Sampdoria, dovranno adattarsi a rigidi protocolli di sicurezza e prevenzione. L’ex responsabile medico della Roma Francesco Colautti ha parlato a Il Secolo XIX per provare a dipingere un possibile scenario nel mondo del calcio.

«Ripresa a maggio? Chi può dirlo. La priorità in questa fase stiamo vedendo che è il distanziamento sociale per contenere i possibili contagi. Quindi tutta l’attività di allenamento iniziale dovrà rispettare questo paletto. Capisco che nel calcio non sarà facile ma è fondamentale organizzarsi affinché sia possibile. La squadra certamente dovrà vivere quasi reclusa, praticamente sempre come in ritiro. Sperando che i contagi calino e infine spariscano».