La Serie A non vuole rischi: «Sarà necessario certificare l’idoneità fisica»

Coronavirus Serie A
© foto www.imagephotoagency.it

La Serie A non vuole rischi per i calciatori: «Sarà necessario certificare l’idoneità fisica prima di ripartire»

Oltre ad un possibile ripresa della Serie A e del taglio degli stipendi dei calciatori, il presidente dell’AIC Damiano Tommasi ha affrontato con Il Corriere dello Sport anche un tema cruciale come quello della salute di chi scenderà in campo.

Gli atleti, stando alle parole di Tommasi, dovranno sostenere nuove visite mediche prima dell’eventuale ripartenza del campionato: «L’allarme dei medici sportivi è anche il nostro. Prima di ripartire sarà necessario certificare l’idoneità fisica. La polmonite non è una barzelletta».