Contro la tradizione e la storia: Sampdoria, battere il Cagliari per continuare a sperare

© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria, contro il Cagliari si preannuncia una partita di sacrificio: i sardi sono uno degli ossi più duri per la squadra blucerchiata

La parola d’ordine per domenica pomeriggio, quando la Sampdoria affronterà un Cagliari pericolante e a rischio retrocessione, è l’unica possibile: vincere e, se possibile, convincere il pubblico doriano e gli avversari per l’Europa che la squadra blucerchiata è ancora in corsa per almeno il settimo posto in campionato. Non sarà facile avere ragione dei rossoblù, che verranno probabilmente a Genova per impostare una gara fatta di difesa e ripartenza per cercare di portare via almeno un punto dal “Ferraris”.

Che non sarà facile, inoltre, lo dicono anche i precedenti fra le due squadre: su un totale di 83 incontri in gare ufficiali, il bilancio pende nettamente a favore dei sardi grazie alle 32 vittorie contro le sole 18 dei doriani, a fronte di 33 pareggi. Vanne solo di poco meglio le cose se si restringe il campo alle sole partite di Serie A giocate a Marassi: in questo caso le vittorie dei padroni di casa sono 7 contro le 6 degli ospiti; ben 18, invece, i pareggi. La squadra di Lopez, non è una novità, è da sempre un osso molto duro per la Sampdoria, una vera bestia nera: basti ricordare la partita di andata, con la Samp in doppio vantaggio che si fece rimontare rischiando anche quasi di perdere il match. Ci sarà dunque bisogno di massima concentrazione e, perché no, anche di un pizzico di fortuna domenica: come contro il Bologna, non importa come, ciò che resta fondamentale è uscire dal campo con i tre punti in tasca.