LAVAGNA TATTICA – La Sampdoria perde troppi palloni in mezzo

sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

In Juve-Sampdoria, i blucerchiati hanno perso qualche pallone di troppo in mezzo al campo. Così sono arrivati troppi pericoli

Nonostante la sconfitta, la partita della Sampdoria contro la Juve è stata estremamente positiva. Il piano gara di Ranieri ha funzionato bene, i blucerchiati hanno creato molto tramite utilizzo del cross. Due cose la Samp ha però sofferto, aspetti che tra l’altro hanno provocato la sconfitta.

Per quanto gli ospiti abbiano protetto bene il centro del campo, con la Juve che ha faticato nel rendersi pericolosa, la Sampdoria ha patito molto gli inserimenti di Rabiot. I suoi movimenti senza palla davano imprevedibilità alla Juve, e proprio così è nata la punizione del gol di Ronaldo.

Rabiot si è mosso bene alle spalle del centrocampo blucerchiato.

Inoltre, i blucerchiati hanno perso colpevolmente troppe palle in mezzo al campo, generando in tal modo pericolose ripartenze per gli avversari. Così è arrivata la seconda rete, a seguito di un brutto pallone perso nella trequarti bianconera, con Matuidi che ha generato la transizione.

Ma non è stata certo questa l’unica situazione in cui si è perso il possesso in zone sanguinose. Rabiot ha recuperato diversi palloni in zone molto pericolose, con la Samp quindi esposta a pericolosi contropiedi.

Un esempio qui, con Rabiot che recupera palla su un Linetty troppo piatto, sorpreso dall’aggressività del francese.

Insomma, in una gara nel complesso positiva, i blucerchiati hanno colpevolmente consentito alla Juve di attaccare diverse volte in campo aperto a causa di qualche errore tecnico di troppo. Così è arrivata la rete di Bernardeschi.