LAVAGNA TATTICA – Le chiavi tattiche di Lecce-Sampdoria

© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria di Ranieri dovrà evitare a Tachtsidis di ricevere in modo pulito. L’ex Torino ha grandi qualità nel gioco lungo

Nonostante la debacle della ripresa, condizionata dall’inferiorità numerica, il primo tempo del Lecce all’Allianz Stadium è stato positivo. I salentini hanno palleggiato bene da dietro e mosso con facilità il pressing bianconero. In particolare, riuscivano sempre a trovare libero Tachtsidis che aveva sempre tempo e spazio per cambiare il gioco, con lanci millimetrici.

La Sampdoria dovrà evitare le situazioni della slide sopra, ossia azioni di palla scoperta in cui il greco può effettuare cambi di campo. L’ex Roma ha infatti grandi qualità nel gioco lungo. Il 4-4-2 della Sampdoria di Ranieri dovrà quindi accorciare bene sui mediani, si dovranno evitare distanze eccessive tra attacco e centrocampo. Una buona situazione può essere quella di difendere con il 4-3-1-2, con Ramirez a uomo su di lui.