LAVAGNA TATTICA – Le modifiche di Ranieri svoltano la gara

sampdoria ranieri
© foto www.imagephotoagency.it

Quando Ranieri ha disegnato la Sampdoria con il 352, è cresciuta molto la pericolosità. Più densità in mezzo e interni che si buttano dentro

Il calo dell’Hellas Verona nella ripresa è stato evidente, con la Sampdoria che di inerzia ha riacciuffato la partita. Tuttavia, ci sono state anche ragioni prevalentemente tattiche, visto che i cambi di Ranieri si sono rivelati decisivi. Nella prima parte di gara, il 442 del Doria copriva malissimo il campo, con giocatori lontani tra loro e difficoltà nel trovare riferimenti tra le linee.

Col 3-5-2, invece, la Sampdoria ha occupato molto meglio il centro. Jankto e Vieira hanno agito da mezzali, con i blucerchiati che hanno quindi fatto più densità in mezzo contro la mediana 2 dell’Hellas. Un esempio nella slide sopra, l’occasione di Vieira di fine primo tempo, in cui gli interni aggrediscono la profondità. Situazioni impossibili da vedere con il 442. Inoltre, Augello e De Paoli costantemente alti a dare ampiezza aiutavano i movimenti di punte e mezzali.