Lipsia, riscatto più basso per Schick? La Roma piange, la Sampdoria ride

schick lipsia
© foto Twitter

Anche Schick a rischio svalutazione causa Coronavirus, il Lipsia punta ad un riscatto più basso. Ma la Sampdoria incasserà lo stesso 20 milioni dalla Roma

L’emergenza Coronavirus avrà ripercussioni non da poco anche sul mondo del calcio, in particolare sul fronte calciomercato, in cui si vedrà nei prossimi mesi una svalutazione dei prezzi dei calciatori. L’edizione odierna de Il Secolo XIX pone l’attenzione su un particolare caso che riguarda la Sampdoria, ovvero quello di Patrik Schick, dal cui trasferimento spettano ancora 20 milioni di euro.

Una cifra che non verrà ritoccata o influenzata dall’andamento del mercato che si avrà prossimamente, ma che semmai rischierà di ritorcersi contro la Roma, che forse sarà costretta a versare la cifra in questione senza poter tenere nulla per sé. L’attaccante ceco stava risollevando la propria carriera dopo essere passato in prestito al Lipsia in Bundesliga e il club tedesco sembrava convinto di esercitare il proprio diritto di riscatto, concordato con i giallorossi a 29 milioni di euro. L’epidemia di Covid-19, però, ha fatto sì che il Lipsia si stia tirando indietro, con i tedeschi che adesso spingono per ottenere il riscatto a un prezzo molto minore: secondo il quotidiano genovese, si parla di 20 milioni, esattamente la cifra che in ogni caso la Roma dovrà girare alla Sampdoria come ultima tranche dell’accordo stipulato. Un bel nodo da sciogliere per i capitolini, che potrebbero rimanere a bocca asciutta ed etichettare definitivamente quella di Schick come l’operazione meno azzeccata della propria storia.