Giampaolo: «Risultati in trasferta negativi: serve il salto di qualità»

giampaolo
© foto www.imagephotoagency.it

La conferenza stampa di presentazione del match tra Milan e Sampdoria, valido per la quarta giornata del girone di ritorno. Le parole di mister Giampaolo alla vigilia del lunch match di campionato

Tempo di conferenza stampa, come ogni sabato all’ora di pranzo, per Mister Giampaolo tra le mura del campo di allenamento Mugnaini di Bogliasco. Il tecnico, dopo la vittoria contro la Roma, parla dell’importante match in trasferta contro la squadra di Vincenzo Montella. Il calciomercato ha offerto nuove frecce all’arco del tecnico rossonero a cui la Sampdoria dovrà prestare la debita attenzione. Ecco l’analisi del match alla vigilia dell’importante appuntamento tra le mura dello stadio Meazza di Milano. Marco Giampaolo inizia la sua disamina a partire dalla vittoria contro la Roma per passare alla situazione in casa Sampdoria in vista del match contro il Milan: «La vittoria contro la Roma ci ha dato di nuovo quello che meritavamo, ci ha restituito qualche punto che ci mancava. Ora abbiamo una delicata partita in trasferta. Il Milan è una squadra dall’identità forte, particolarmente brava a giocare tra le linee. Il calcio è capace di smentire le situazioni da un momento all’altro per questo motivo io credo ciecamente solo nel lavoro. Conosciamo quali sono i punti di forza e i pregi del nostro avversario e abbiamo studiato come fargli male».

PARTE DESTRA O PARTE SINISTRA? DOBBIAMO CAPIRLO – «Mi aspetto una Sampdoria con il piglio giusto, vogliosa di fare punti. Mi piacerebbe che fosse un momento di crescita per la squadra. Abbiamo fatto gli stessi punti con squadre grandi e piccole: questo significa che ce la giochiamo con tutti. Vogliamo capire chi siamo, a quale categoria apparteniamo, se alle squadre che si troveranno dal lato sinistro della classifica oppure a destra di questa» e sul rendimento in trasferta decisamente più deficitario rispetto a quello tra le mura di casa: «I nostri risultati in trasferta sono negativi. Abbiamo vinto solo nella prima partita di campionato, per questo serve il salto di qualità. I ragazzi giovani non sono tutti all’altezza di giocare in Serie A. Bisogna essere forti per giocare. È il club a decidere la linea, se far giocare i giovani o no. Il Doria ha scelto questa strategia “giovane”. E io mi ci trovo molto bene. Bereszynski? Con lui lavoriamo molto con i video e con l’aiuto di Linetty: è un giocatore dal pedigree importante» e sull’ultimo arrivato Simic: «Qui maturerà le conoscenze a poco a poco, seguirà il cammino che ha intrapreso Skriniar un anno fa. Viviano – Puggioni? Emiliano è il titolare, Christian è stato bravissimo a farsi trovare pronto e a dare sicurezza alla squadra».

Si conclude la conferenza stampa di Marco Giampaolo, a breve verrà diramata la lista dei convocati ufficiali per Milan – Sampdoria.

Articolo precedente
30 Anni e non sentirli30 anni e non sentirli: 1987, una Samp in odore d’Europa annulla il Verona
Prossimo articolo
iachini verreIachini: «Samp, ti racconto Verre»