Giampaolo in conferenza stampa: «Mai usciti bastonati dal campo. Giochiamo le nostre partite»

© foto www.imagephotoagency.it

Mancano poco più di 24 ore alla partita che vedrà la Sampdoria contrapporsi al Palermo sullo sfondo dello stadio Luigi Ferraris di Genova. Mrco Giampaolo vuole tornare a vincere e non c’è occasione migliore di farlo davanti al pubblico di casa. Davanti ai microfoni della stampa, persso il centro di allenamento Mugnaini di Bogliasco, l’allenatore della Sampdoria commenta la partita che la Sampdoria dovrà giocare contro i rosanero.

La Sampdoria ha sempre espresso il suo gioco in campo, comincia Giampaolo: «Abbiamo 107 palloni recuperati nella metà campo avversaria: è una filosofia, la Sampdoria si è sempre giocata le partite. La squadra non è mai uscita dal campo bastonata nel risultato semmai nel morale, ma in settimana l’ho vista bene» e domani ci sarà anche l’aiuto del pubblico di Marassi: «I tifosi non ci hanno mai lasciato soli, abbiamo sempre avuto il loro sostegno e sarà così anche domani. Le partite le giochiamo in 14 ma in realtà siamo in 15 perchè anche il nostro pubblico è fondamentale. Sento anche la vicinanza e il supporto della Società, non è mai venuto meno».

Dopo tante sconfitte ci vuole una vittoria: «Ci sono tante partite da giocare ancora: domani è un’altra gara, partiamo da 0-0, quindi resettiamo tutto. Non penso ad aver fretta, mi concentro sul lavoro, alle strategie da trovare per fare una prestazione importante. Essere coerenti significa anche avere la struttura per sostenere qualche errore individuale. Sala? Ha una esperienza diversa da Pereira nel gestire le gare, ha fatto bene nelle prime partite. Barreto rientrerà dalla squalifica, Alvarez per noi è un giocatore importante in quel ruolo, Praet è in crescita, ma come dico ai miei giocatori, le partite si giocano in 11 e tutti devono essere pronti. Domani, come sempre, avremo bisogno di qualità, struttura, conoscenze ed organizzazione».

Qualità che si sono viste anche in Bruno Fernandes poco impiegato finora: «È una via di mezzo tra una mezzala e un trequartista: se ho bisogno di qualità posso scegliere lui. Se invece ho bisogno di equilibrio faccio altre valutazioni. Ognuno ha le sue caratteristiche, lunedì dovevamo pareggiare quindi ho inserito giocatori di qualità in attacco, avremmo potuto rischiare lo sapevo ma mancavano pochi minuti. Lotta salvezza in cui è coinvolto anche il Palermo? Non ci sono tante differenze nel gruppone di squadre che lottano per la salvezza: gare semplici non esistono» e su Muriel un po’ in ombra nell’ultima gara e nuovamente convocato dal ct Pekerman per la Nazionale, Giampaolo è tranquilo: «Ha giocato tre gare ravvicinate dopo essere stato via 10 giorni con la Colombia, ha bisogno di continuità. Gli chiedo molto perchè so che è nele sue possibilità».

Termina la conferenza stampa, a breve verrà diramata la lista dei convocati.

Articolo precedente
ternana palumbo sampdoriaSperimentazione VAR: si inizia. Non sarà in Sampdoria – Palermo
Prossimo articolo
linettyI convocati di Giampaolo per il Palermo