L’umiltà di Praet: «Non parliamo di me». E la Samp va in ritiro

Praet Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Il centrocampista belga commenta la vittoria sul Milan e guarda al finale di stagione. Intanto, i blucerchiati si alleneranno a Novara in vista del Torino

La vittoria della Sampdoria sul Milan passa anche dalla qualità messa in mostra da Dennis Praet, all’occorrenza perfino regista. Lo spirito da leader certamente non gli manca, che si trovi in campo o davanti alle telecamere: «Abbiamo fatto una buona prova contro un avversario forte. Sto attraversando un buon momento, è vero, ma non mi piace parlare solo di me: è la squadra che sta giocando molto bene. Queste prestazioni ci danno fiducia e penso che in campo si veda. Mancano nove partite alla fine. Le prossime tre sono molto difficili ma abbiamo le carte in regola per conquistare altri punti importanti e continuare a inseguire il nostro obiettivo».

L’indomani dell’ottima prestazione, i blucerchiati si sono divisi tra piscina e sedute tecnico-tattiche sul campo del “Mugnaini”. Aggregati al gruppo i giovanissimi Davide Canovi e Simone Trimboli, restano invece da valutare le condizioni di Albin Ekdal che difficilmente recupererà in vista dell’impegno infrasettimanale contro il Torino. La squadra effettuerà lunedì mattina una sessione di allenamento e poi partirà per il ritiro di Novara, dove limerà gli ultimi dettagli prima di tornare in campo.