Sampdoria in lutto: è morto Mario Maraschi

Iscriviti
© foto Twitter

La Sampdoria ha annunciato la scomparsa dell’ex calciatore Mario Maraschi: il cordoglio del club blucerchiato

«Per quanto tempo è per sempre? A volte solo un secondo. Ed è proprio in quel secondo che vogliamo ricordare Mario Maraschi, scomparso oggi nel Vicentino all’età di 81 anni. Vogliamo ricordarlo sospeso in aria, con la Sud alle spalle e un pallone pronto a rimbalzare in fondo al sacco. Un istante che sopravviverà alle stagioni e all’inesorabile scorrere del tempo. La sua splendida rovesciata che ci permise di pareggiare al minuto 89 il derby della Lanterna del marzo ’74 rimarrà infatti nelle memorie – vissute e tramandate – di un’intera tifoseria, quella sampdoriana, che lo accolse non più giovanissimo nel ’73.

Nato a Lodi nel 1939, Maraschi era un attaccante esperto e navigato, capace di segnare con tutte le maglie vestite in carriera – Pro Vercelli, Milan, Lazio, Bologna, Fiorentina, Vicenza e Cagliari – e di conquistare lo Scudetto ’68/69 con i viola. In blucerchiato andò in gol 14 volte in 61 partite ufficiali; l’ultima fu il 15 febbraio ’76, una sfida a San Siro contro il Milan in cui si ruppe il tendine d’Achille. Domenica, ironia della sorte proprio contro il Milan, la Sampdoria lo ricorderà commossa tra le mura di Marassi, diverse ma sempre loro: quelle della rovesciata del derby ’74. Alla famiglia le più sentite condoglianze da parte del presidente Massimo Ferrero e di tutta la società».