Malinovskyi non va in ritiro: «Voglio lasciare il Genk»

malinovskyi genk
© foto www.imagephotoagency.it

Malinovskyi è in guerra con il Genk. Il centrocampista vuole lasciare il club senza polemica: «Spero di andare via da amico»

Ruslan Malinovskyi ha deciso di lasciare il Genk, non si è aggregato al ritiro – come confermato anche dall’allenatore Felice Mazzu, che ha sostenuto di non vederlo mentalmente pronto – e aspetterà l’evolversi del mercato. La versione del centrocampista ucraino differisce però da quella del suo tecnico, come specifica a nieuwsblad.be: «Sono arrabbiato, non stanno mantenendo la parola data e hanno distorto le mie affermazioni. È stata una mia scelta quella di non andare in ritiro».

«L’ho detto al mio allenatore perché non volevo disturbare il raduno – continua Malinovskyi -. Lo considero un segno di rispetto nei suoi confronti e per il Genk. Avrei molto da dire, ma non lo faccio perché ho rispetto dei miei compagni, della società e dei tifosi. Non mi piace questa situazione, ma non è colpa mia. Mia moglie è incinta, ho paura per lei perché tutto questo la rende nervosa. Spero che il Genk non mi metta più in cattiva luce per lasciare il club da amico».