Connettiti con noi

Hanno Detto

Mancini «Giocare male a Wembley è commettere peccato»

Pubblicato

su

La Gazzetta riporta le parole del ct della Nazionale Italiana, Roberto Mancini, prima di Italia-Austria che si giocherà a Wembley

Roberto Mancini ha parlato prima di Italia-Austria, mettendo al centro anche lo stadio prestigioso che la sua squadra dovrà onorare al meglio delle sue possibilità. Nella storia di Mancini, Wembley rappresenta un sogno infranto con la Sampdoria.

In quello stadio, come sottolinea la Gazzetta dello SportManciniVialli e Lombardo (tutti nello staff azzurro oggi) persero una finale di Coppa Campioni. Si legge: «Quasi trent’anni dopo, non avrebbe potuto essere un Roberto Mancini più diverso a rientrare a Wembley, lo stadio dove il 20 maggio 1992 quello che era stato un grande sogno si infranse diventando un messaggio per il futuro».

Mancini in conferenza ha detto che i suoi giocatori: «Devono sentirsi felici di vivere una notte del genere. Giocare a Wembley deve essere un piacere: c’è chi non lo fa mai in una carriera. Senza timori, perché quando fai il calciatore è in stadi come questo che vuoi giocare. Wembley è un tempio del calcio, va rispettato, e il modo migliore per farlo è giocare bene. Per questo sono sicuro che lo faranno».