Marotta si sbottona: «Schick? C’è rammarico. Ecco quanto avevamo offerto»

Marotta
© foto www.imagephotoagency.it

Schick verso la Roma, Marotta nega il ritorno di fiamma: «Incontro con Romei solo una coincidenza. Ecco le cifre che avevamo proposto»

Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero ha ammesso che questa sera, dopo la partita tra Roma e Inter, incontrerà i dirigenti giallorossi. I blucerchiati stanno quindi per dire addio a Patrik Schick, che nelle ultime ore sembrava poter essere nuovamente vicino alla Juventus. Dopo la smentita dell’avvocato Antonio Romei, a fare chiarezza sono arrivate anche le parole del dirigente bianconero Beppe Marotta: «Su Schick c’è stata la coincidenza di aver incontrato Romei nell’albergo in cui alloggia la Juve a Genova – ha spiegato a Premium Sport -, anche lui alloggia lì. Abbiamo parlato anche di Schick, non soltanto di lui, era un contesto più ampio. Noi abbiamo manifestato ancora una volta la nostra ammirazione per un buon talento ed espresso rammarico per come è andata a finire un mese e mezzo fa la questione». Marotta si sbottona anche sulle cifre dell’affare che la Juventus voleva imbastire con il club ligure: «Dopo le visite a Torino avevamo proposto un prestito di 8 milioni e mezzo, trasformabile a gennaio in definitivo per un totale di 30,5 milioni di euro all’arrivo dell’idoneità definitiva. Loro non hanno accettato – ha concluso -, la trattativa si è chiusa e non si è più riaperta».