Mercato invernale: Quagliarella meglio di Eder

© foto www.imagephotoagency.it

È tempo di bilanci dopo la sessione invernale di calciomercato. Tutte le squadre, chi più chi meno, hanno messo mano al portafoglio per rinforzare gli organici nei reparti dove mancava qualcosa.

La Sampdoria, in entrata, ha visto arrivare Ranocchia e Dodô, per il reparto arretrato, Alvarez e Quagliarella per quello offensivo: personalmente è sempre prematuro fare bilanci soprattutto perchè mancano ancora troppe partite e i giochi sono ancora molto aperti, ma di fatto come sottolinea anche la Gazzetta dello Sport, il centravanti ex granata ha sicuramente portato esperienza, forza di volontà e gol importantissimi. Per gli altri acquisti aspettiamo il prosieguo del campionato anche se, sicuramente, la convocazione di Ranocchia in Nazionale è un segnale importante così come la propensione offensiva di Dodô che ha fatto molto bene nelle ultime uscite per valutarli positivamente. La parola però passa sempre al campo e alla fine del campionato con otto partite ancora da giocare e tanti punti necessari da conquistare. Secondo la Gazzetta ci sono anche già dei flop conclamati, uno su tutti, seppur in buona compagnia è il blucerchiato Eder passato nelle file dell’Inter. Nessun gol e nessun assist per lui dal passaggio in nerazzurro. Anche Vasco Regini ha cambiato casacca passando tra le fila del Napoli, zero minuti per il blucerchiato alla corte di Sarri.

Articolo precedente
Oggi la Sampdoria in visita all’Ospedale Gaslini
Prossimo articolo
Italia: Soriano cerca il primo gol nella nazionale di Conte