Mihajlovic, l’esonero è ufficiale: Juventus ancora fatale

mihajlovic torino
© foto SampNews24

Juventus nuovamente fatale a Sinisa Mihajlovic: Cairo decide di esonerarlo dopo la sconfitta in Coppa Italia. Il comunicato del Torino

La Coppa Italia è stata fatale a Sinisa Mihajlovic. Allontanato dal terreno di gioco dopo le polemiche per il gol convalidato alla Juventus – il tecnico lamentava un precedente fallo su Acquah che avrebbe invalidato l’azione di Mandzukic -, Mihajlovic ha ricevuto la notizia dell’esonero dal presidente del Torino. L’ufficialità è arrivata sul sito granata senza specificare chi subentrerà al suo posto, anche se il nome di Mazzarri sembra quello più in auge per i contatti già intercorsi con la presidenza del Torino: «Il Torino Football Club comunica di aver esonerato Sinisa Mihajlovic dall’incarico di allenatore della Prima Squadra. A Sinisa e al suo staff vanno i ringraziamenti per l’impegno e per la passione dimostrati in questi 18 mesi in granata».

Non è stata l’eliminazione dalla Coppa Italia a spingere Cairo all’esonero del suo tecnico, bensì una serie di risultati poco convincenti nelle ultime uscite della squadra granata. Il ritorno in Italia, dopo aver lasciato la nazionale serba per allenare la Sampdoria, non è stato fortunato per Mihajlovic: la decisione di lasciare la società doriana, per andare ad allenare il Milan, si è rivelata fallimentare. Con la squadra rossonera fu nuovamente la gara persa contro la Juventus a determinarne l’esonero, situazione che si ripete sulla panchina del Torino sebbene non abbia colpe per la sconfitta maturata all’Allianz Stadium. Non sono gli unici due esoneri in Serie A, prima della parentesi da tecnico della Nazionale, Mihajlovic era stato esonerato sia a Bologna che a Firenze: le uniche due piazze dove fu una sua scelta quella di andarsene furono Catania e Genova.