Emergenza Coronavirus, Boccia: «Chiusura delle regioni? Non si può escludere»

Coronavirus
© foto Twitter

Il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia ha delineato pubblicamente la delicata situazione sull’emergenza Coronavirus

La preoccupazione per l’aumento dei contagi da Coronavirus è viva. A Radio Capital ha parlato il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia sulla possibilità di chiudere nuovamente le regioni.

«Oggi non escludiamo niente perché se escludessimo qualcosa significherebbe avere la sfera di cristallo. Oggi dobbiamo rispettare le regole che ci siamo dati perché non dobbiamo intervenire con altre limitazioni. L’obiettivo è fare il più possibile in modo che la nostra vita di ogni giorno ci consenta di fare le cose necessarie. In questo momento dobbiamo risolvere il lavoro e la mobilità tra le regioni lo esalta. Vorrei evitare in questo momento di limitazioni, parliamo dei nostri doveri, dell’impegno dell’amministrazioni pubbliche e del Governo. Lavoro e scuola sono priorità assolute. La protezione civile monitora tutte le regioni italiane e ogni volta che si accende una spia, dobbiamo intervenire. Intanto le mascherine obbligatorie per tutti subito, che sono come il casco quando si sale sul motorino per intenderci».