Connettiti con noi

News

Morte Maradona, Platini accusa: «Napoli mai vicina a Diego»

Pubblicato

su

Michel Platini dopo la morte di Diego Armando Maradona, con una lunga lettera pubblicata su Tuttosport, racconta il suo vissuto con l’argentino

Michel Platini ha scritto una lunga lettera su Diego Armando Maradona nell’edizione odierna di Tuttosport: dito puntato contro il Napoli e la sua gente.

«Non è facile parlare di Diego. È facilissimo ricordarlo ma diventa complicato addentrarsi in tutto quello che lo ha riguardato fuori dal campo di gioco. Non posso dire che siamo stati amici ma nemmeno nemici: almeno da parte mia l’ho sempre rispettato, ho capito le sue origini, la sua voglia di riscattarsi, il suo amore, uguale al mio, per questo gioco fantastico. Maradona è stato un genio e come tutti i geni è impossibile descriverne tutte le doti, perché se ne aggiungono altre e altre si dimenticano. Posso anche dire, però, quello che è stato il suo peccato: non è stato mai veramente aiutato, sia in Argentina, sia a Napoli. Hanno preferito idolatrarlo invece di stargli vicino e così tenerlo distante da certi errori».