Muriel, la Samp pensa al rinnovo e clausola

© foto www.imagephotoagency.it

Guardare sempre con ottimismo al futuro, questo deve essere il mantra della Sampdoria di Giampaolo. Si può perdere una partita, come l’abbiamo persa a Roma, ma se la prestazione c’è non bisogna assolutamente perdere la fiducia nei propri mezzi. E guardando Luis Muriel, c’è molto su cui sperare.

 

Giampaolo potrebbe diventare l’allenatore della svolta per il colombiano che, di ritorno dall’impegno con la nazionale, non si è risparmiato, non ha tirato indietro la gamba, è andato a mettere in crisi la difesa avversaria e ha segnato un gol che definirlo bello è limitativo. Tutto ciò dopo un inizio di campionato che era già stato significativamente buono. Questo ha subito messo sull’attenti la Sampdoria che, dell’investimento iniziale di sette milioni non avrebbe mai pensato di rientrare, visti gli alti e bassi con il giocatore e la difficoltà di fargli fare il vero salto di qualità. Ma adesso i tempi sembrano maturi: bisognerà seguirlo, stargli dietro, come solo Giampaolo e il suo staff possono fare. Ma anche la mentalità di Muriel sembra cambiata, dalle dichiarazioni fatte, potrebbe veramente essere il suo anno.

 

Come comportarsi quindi? Sappiamo benissimo che le antenne delle “milanesi” sono sempre rivolte a quello che succede nella Sampdoria. Meglio evitare che Montella si riscopra un estimatore dell’ultima ora del talento colombiano e esca con affermazioni del tipo: «Muriel e Bacca assieme al Milan? Un duo da nazionale». Meglio evitare che a gennaio i nerazzurri o i rossoneri (ma anche qualsiasi altra piazza) facciano venire dei mal di pancia inutili all’attaccante, pertanto la Sampdoria sembra pronta a blindarlo con un adeguamento contrattuale ritoccato nello stipendio, nella durata (non più  in scadenza nel 2019 ma fino al 2021) ma soprattutto con una clausola rescissoria di circa 25 milioni di euro, per scoraggiare operazioni nel mercato invernale che non portino nelle casse blucerchiate dei bei milioni. 

 

Potrebbe sembrare un ragionamento prematuro per quello che Muriel ha fatto vedere fino ad oggi, ma nell’eventualità continuasse su questa strada e veramente Giampaolo si rivelasse il Mago Merlino della situazione e lo indirizzasse verso la maturità calcistica, potrebbe essere il talento che alla Sampdoria in questi anni è sempre mancato.

Articolo precedente
Montella si affida a Bacca e Niang contro la Sampdoria
Prossimo articolo
UEFA, gli auguri della Samp al nuovo Presidente Ceferin