Muriel non dimentica: «Seguo sempre la Samp. Derby? Lo decide Zapata»

muriel sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Muriel non scorda la Sampdoria: «Da Siviglia mi informo sempre. Derby? Non sottovalutiamo il Genoa, per me lo decide Zapata»

Domani sarà finalmente tempo di derby, l’attesa sta per finire. La Sampdoria, naturalmente, cercherà di imporsi per allungare ulteriormente il proprio record di vittorie nella stracittadina genovese, ma, contro un Genoa in crisi e penultimo in classifica, non sarà comunque facile. Lo sa bene Luis Muriel, uomo-partita per ben due volte lo scorso campionato, che ricorda quanto sia imprevedibile il derby: «Il Genoa non va sottovalutato. Nessuno potrebbe saperlo meglio dei miei ex compagni. Lo scorso anno arrivammo alla sfida in una situazione simile alla loro attuale. Questa è una partita a parte, dove la classifica e il momento di forma non contano niente. Attenta Sampdoria. Io da Siviglia guardo tutto, leggo le notizie, mi informo. Sono felice per i risultati che la Samp sta ottenendo, il frutto del grandissimo lavoro di Giampaolo. Porto nel cuore la gioia vissuta negli ultimi due derby. I gol, i successi e gli applausi finali. Due emozioni fantastiche e no, non riesco a scegliere la gioia più grande».

La sua eredità alla Samp è stata raccolta da un altro attaccante, colombiano e classe ’91 come lui, un giocatore che l’ex numero 9 blucerchiato conosce molto bene: «Tifo per Zapata e gli auguro di far molto meglio di me. Con Duvan ho condiviso la camera durante i Mondiali Under 20 che disputammo con la Colombia. E anche durante l’ultima sosta, quando eravamo entrambi in ritiro con la Colombia, abbiamo parlato a lungo di Genova e della Samp. Sarà lui l’uomo decisivo per la Samp, perché sotto pressione si esalta. Sono felice per le soddisfazioni che si sta togliendo Giampaolo, sono il frutto, meritato, di un lavoro importante. Lasciatemi poi mandare un pensiero per Ferrero: tutti parlavano delle sue cessioni, invece ha saputo rafforzare la squadra, portandola a livelli ancora più alti. Bravo. E voglio mandare un messaggio anche ai tifosi della Sampdoria: auguro loro di godersi appieno le gioie che questa squadra sta regalando e continuerà a regalare. Io spero presto di poter fare un salto a Genova a salutare tutti e a vedere dal vivo la Samp – conclude Muriel ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, che mi diverto sempre a seguire da lontano».