Muriel, cuore blucerchiato: «Samp, ti auguro l’Europa»

muriel
© foto www.imagephotoagency.it

Luis Muriel ritorna sul suo passato alla Sampdoria: Giampaolo e la sua sincerità lo hanno aiutato a credere nelle sue potenzialità

Luis Muriel non dimentica la Sampdoria, ma soprattutto non dimentica Marco Giampaolo. Il tecnico doriano è stato fondamentale nella sua definitiva maturazione sul campo. Ci sono giocatori che riescono da soli a trovare la strada per fare bene, altri che devono sentire la fiducia, altri ancora che alla fiducia manifestata devono seguire anche i fatti. Luis Muriel è della terza categoria: sentirsi dire che la società punta su di lui non è abbastanza se questo poi non viene seguito dalle dimostrazioni tangibili. I “fatti” sono lo scendere in campo sempre, anche quando magari le prestazioni non sono così brillanti, come afferma ai microfoni della Gazzetta dello Sport: «Lo scorso anno, sono riuscito a vivere la stagione che aspettavo da tempo» esordisce il colombiano «ho avuto quella continuità che tutti mi hanno sempre chiesto, sono stato felice, ho fatto tanti gol e tanti assist. Credo sia stato un buon bottino visto che non giocavo da punta centrale. Gran parte del merito è nella sincerità di Giampaolo specifica -, una cosa che prima non avevo mai trovato. Mi ero sempre sentito dire “Punto tutto su di te”, e poi alla prima partita che sbagliavo non giocavo più. Lui fin dal primo giorno mi ha detto che con lui se fossi stato al top avrei sempre giocato, ed è stato bello vedere che poi era davvero così. Con fortuna e lavoro duro, la Samp può diventare una sorpresa, come l’ Atalanta l’ anno scorso, mi auguro che conquisti un posto in Europa».

Articolo precedente
Mikulic SampdoriaMikulic osservato speciale: stagione fondamentale con la Primavera
Prossimo articolo
Sampdoria MikulicSampdoria-Roma, che affluenza: numeri record al Ferraris