Napoli Genoa, Pregliasco: «Ecco perchè il match si è giocato»

© foto Db Reggio Emilia 09/03/2020 - campionato di calcio serie A / Sassuolo-Brescia / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: controlli Coronavirus Covid 19 termoscanner

Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, spiega: «La positività può emergere anche dopo 72 ore»

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, il direttore sanitario e virologo dell’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, Fabrizio Pregliasco, è intervenuto su Napoli Genoa e sul focolaio Covid rossoblù che spaventa la Serie A.

Leggi anche: Genoa Torino, ipotesi rinvio al vaglio della Serie A

POSITIVITA’ DOPO 72 ORE – «Molti si chiedono come sia possibile che il giorno prima della partita i giocatori siano risultati negativi al tampone. Ecco, dal momento che si contrae il virus esso può metterci fino a 72 ore prima che possa essere rilevato da un qualsiasi tipo di tampone. Può darsi che Perin, infettato senza saperlo, abbia contagiato gli altri compagni durante l’allenamento».

IL NAPOLI NON E’ AL SICURO – «I tamponi effettuati dai partenopei subito dopo la gara col Genoa rischiano di non essere affidabili. Per avere la certezza assoluta degli esiti bisognerà attendere ancora qualche giorno».

VITA DA CLAUSURA – «Per avere più sicurezza i giocatori dovrebbero fare una vita da clausura, ma francamente mi sembra impossibile. Nonostante lo prevedesse il primo protocollo».