Nicolini: «Mercato quasi nullo. Serve un centravanti di peso»

nicolini ranieri cena
© foto Facebook

Enrico Nicolini fa il punto sulla Sampdoria di Claudio Ranieri a due settimane dall’inizio del campionato di Serie A

Enrico Nicolini, ex calciatore della Sampdoria, ai microfoni di Radio Sportiva ha fatto il punto sui blucerchiati di Claudio Ranieri in vista dell’inizio del campionato di Serie A 2020/21.

CALENDARIO – «Il calendario della Sampdoria sulla carta è proibitivo, ma parliamo sempre di un calcio particolare, che probabilmente sarà ancora senza tifosi. Questo potrebbe essere d’aiuto alla Sampdoria perché non dimentichiamo che giocare allo Stadium con gli spalti stracolmi sarebbe sicuramente più difficile».

INIZIO – «Ci sono poi le gare con Lazio, Atalanta, Fiorentina, lo stesso Benevento: l’inizio non sarà facilissimo ma, ascoltando le interviste di Ranieri, penso che con la sua pacatezza e il suo senso pratico abbia accettato la situazione senza problemi»

MERCATO – «Quasi nullo. C’è stata la partenza di Linetty, un pezzo da novanta nello scacchiere blucerchiato, ma d’altronde quando i giocatori hanno ambizioni diverse e vogliono guadagnare di più, è normale che prendano una strada differente. È una squadra che di fatto è quella dell’anno scorso».

RAMIREZ – «Croce e delizia, è un giocatore bravo ma anche quest’anno non è stato un titolarissimo. Nel 4-4-2 di Ranieri non ha una collocazione definita, ma lasciare andar via un jolly così potrebbe creare qualche problema».

COSA SERVE – «Penso che la Sampdoria abbia bisogno di un centravanti di peso, perché davanti ha tutti giocatori bravi ma con caratteristiche simili. Manca un giocatore di peso per avere un ‘piano b’ perché spesso la Samp si è trovata a dover rimontare, e sarebbe utile a mio avviso avere un giocatore che possa cambiare le carte in tavola».