Non solo Samp: Dinan punta agli Erzelli. E lo stadio…

great campus erzelli dinan
© foto great-campus.it

Dinan non punta solo alla Sampdoria: con York Capital Management è interessato ad investire nel Great Campus degli Erzelli

Procedono le trattative per la cessione della Sampdoria, con il gruppo Vialli che ieri è arrivato a Genova per visitare le strutture del club e questa mattina ha fatto capolino al “Mugnaini” di Bogliasco. Jamie Dinan, uno dei due principali investitori interessati all’acquisto della società e fondatore del fondo York Capital Management, non sembra tuttavia intenzionato a fermarsi all’ambito calcistico per i suoi affari in Liguria.

Oltre a rilevare la Samp, infatti, il magnate statunitense vorrebbe investire nel Great Campus degli Erzelli, il più grande parco scientifico e tecnologico di tutta Italia. Un’indiscrezione che ha trovato riscontro nelle parole di Luigi Predeval, amministratore delegato di GHT (Genova High Tech), la società costituita nel 2003 con lo scopo di realizzare l’ambizioso progetto tutto genovese: «Speriamo che questo interesse sia utile al rilancio di questa grande operazione», ha ammesso Predeval ai microfoni di Primocanale. Il 25% delle quote di GHT è attualmente detenuto dal gruppo di imprenditori privati che la avviarono 16 anni fa e per il 75% da Leonardo Technology con Banca Carige, Intesa Sanpaolo, Coop Liguria, Prometeo, Aurora Costruzioni, Talea ed Euromilano.

Anni fa, nel 2006, l’ex presidente della Sampdoria Riccardo Garrone aveva pensato all’area degli Erzelli per edificare uno stadio di proprietà, ma il progetto era stato bocciato dall’Enac poiché la collina avrebbe dovuto rientrare in un piano di sviluppo dell’aeroporto “Cristoforo Colombo”. Tuttavia, non è lì che il gruppo Vialli – in caso di acquisto della Samp – tenterebbe di riproporre l’idea, bensì a Trasta, adesso zona particolarmente adatta ad accogliere l’impianto poiché rientrante nel progetto di riqualificazione della Val Polcevera dopo il crollo di ponte Morandi.