Orsi contro Reina: «Mi aspetto che pari, non che faccia queste trovate»

reina napoli
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex portiere Fernando Orsi attacca l’estremo difensore partenopeo per l’episodio costato il secondo giallo a Silvestre: «Non si dovrebbe fare, l’ha fatto e gli è andata bene. L’episodio ha condizionato la partita»

A molti non è andato giù il comportamento di Pepe Reina nella partita vinta dal Napoli contro la Sampdoria sabato sera. Una partita, quella del San Paolo, che i ragazzi di mister Giampaolo stavano meritatamente vincendo e che è girata dal momento dell’espulsione di Silvestre per somma di ammonizioni. La caduta di Reina sul rinvio, proprio mentre il numero 26 blucerchiato stava passando accanto all’estremo difensore partenopeo, ha indotto il direttore di gara Di Bello ad estrarre il secondo giallo per Silvestre, che ha così lasciato i suoi compagni in 10, facilitando la rimonta della squadra di Sarri, terminata crudelmente al 95′ con il sigillo di Tonelli. L’episodio ha destato scalpore e ha acceso i dibattiti fra gli addetti ai lavori, ma alla fine chi ci ha rimesso è stata solo la Sampdoria, che si è vista defraudata di un risultato importante, ha perso il suo pilastro difensivo per la gara contro l’Empoli e non è vista neppure accogliere la domanda per la prova tv nei confronti dell’ex Liverpool.
ORSI CONTRO REINA – A scagliarsi contro il comportamento antisportivo del portiere degli azzurri è stato anche Fernando Orsi, ex portiere, fra le altre, di Roma, Lazio e Siena. Orsi, sulle frequenze di Radio CRC, non ha usato giri di parole per descrivere l’episodio che ha determinato la sconfitta della Sampdoria: «Reina ci ha provato, gli è riuscita e gli è andata bene. Queste cose non si dovrebbero fare, ma lui l’ha fatto. Io da lui mi aspetto altro, mi aspetto delle parate e non queste trovate contro gli avversari. Non c’è molto da dire, la gara contro la Sampdoria è stata condizionata dall’espulsione. Il Napoli, spesso e volentieri, vince con un po’ di fortuna».