Pagelle Juventus-Sampdoria 1-0: Gomes Ricciulli spreca, Pastor ingenuo

© foto www.imagephotoagency.it

Si ferma il sogno Scudetto per la Samp, battuta per 1-0 dalla Juventus: le pagelle della sfida

Krapikas 6,5 – Sempre pronto in uscita e reattivo tra i pali sulle conclusioni bianconere che centrano raramente lo specchio della porta. Miracoloso al 22′ con un grande intervento su Caligara, incolpevole sul gol di Zequiri. Nella ripresa gara da spettatore, la Juventus tira appena due volte, in una para in due tempi, l’altra è fuori dallo specchio.

Tomic 5,5 – Spinge meno del solito sulla fascia costretto a stare basso dal pressing bianconero. Nella ripresa con la Juve in 10 si fa vedere di più ma rischia il rosso con una brutta reazione sul fallo di Caligara che gli costa un giallo evitabile ed è spesso impreciso sui cross dove la difesa bianconera è sempre in posizione.

Leverbe 5,5 – Uno dei più attenti in difesa per il Doria anche se in fase di impostazione è spesso impreciso e regala spesso la sfera agli avversari.

Pastor 5 – Partita tutto sommato attenta ma macchiata dal clamoroso errore che costa l’eliminazione ai blucerchiati, quel passaggio sbagliato grida vendetta.

Tissone 5,5 – Prova a spingere aiutato da un volenteroso Balde ma riesce a farsi vedere poco per tutta la partita, cercando un paio di volte il cross senza trovare i compagni appostati in area.

Tessiore 6 – Soffre molto il pressing bianconero perdendo spesso palla in uscita in zone pericolose di campo, ma è l’uomo più attivo per i blucerchiati in mezzo al campo: nella ripresa ha quasi sempre il pallino del gioco ma la difesa bianconera anche con l’uomo in meno è attenta.

Cioce 5,5 – Fatica a gestire il pallone in uscita sul pressing bianconero ma quando ha spazio ha geometrie non banali. Al 10′ è suo l’assist per Gomes Ricciulli per sbloccare il match ma l’attaccante si fa ipnotizzare dal portiere (dal 29′ s.t. Gabbani s.v. – Entra a poco più di un quarto d’ora dal termine ma non riesce a impattare la gara come contro il Torino).

Ejjaki 5 – Tanta fatica per il giovane albanese che riesce a mettersi poco in mostra contro il solido centrocampo bianconero: Kanoute lo sovrasta di 20cm di altezza e almeno una quindicina di chili arginandolo sistematicamente (dal 6′ s.t. Criscuolo s.v. – Entra con la Samp che dopo pochi minuti si trova con l’uomo in più ma nonostante la freschezza non riesce a fare breccia tra le maglie bianconere).

Balde 5,5 – Svaria molto e si sacrifica ma tende spesso a isolarsi perdendo palla: meno al centro del gioco del solito, non riesce mai a tirare in porta e a rendersi pericoloso, ma dà un ottimo contributo in ripiegamento.

Baumgartner 6 – Buona occasione al 32′ con Del Favero che ferma ancora il blucerchiato che cercava il secondo palo a giro. Prova qualche altra conclusione ma senza precisione (dal 36′ s.t. Curito s.v. – La sua tradizionale verve non riesce a cambiare la sfida).

Gomes Ricciulli 6 – Quattro chiare occasioni da gol per l’attaccante blucerchiato, due per andare in vantaggio e due per pareggiare l’incontro, tutte fallite: al 10′ esce bene Del Favero, al 28′ va debole sulla ribattuta, nella ripresa alza troppo di testa su un bel corner di Baumgartner al 25′ e nel finale di partita al 93′ cerca di battere Del Favero con la punta, trovando i guantoni del portiere.

Juventus:

Del Favero 7; Beruatto 6,5, Coccolo 5, Vogliacco 6, Oliveira 6; Caligara 6, Kanoute 6 (dal 20′ s.t. Bove 6), Clemenza 6,5; Leris 6,5, Zeqiri 6,5 (dal 17′ s.t. Semprini 6), Pereira 6 (dal 34′ s.t. Mosti s.v.).

Articolo precedente
Primavera SampdoriaPrimavera, Juventus-Sampdoria 1-0: la fine del sogno
Prossimo articolo
pedone sampdoriaPedone: «Raggiunto l’obiettivo, l’importante è saper giocare a calcio»