Connettiti con noi

News

Pagelle Roma-Sampdoria: Quagliarella crea, Gabbiadini combatte. Falcone super

Pubblicato

su

Pagelle Roma-Sampdoria: Quagliarella entra e crea, Gabbiadini fa il miracolo. Falcone preciso e sempre pronto

Falcone 7 – Nei primi quarantacinque minuti di gioco non viene mai chiamato in causa. Nessuno dei pochi tiri verso la porta lo impegna in parate. Nel secondo tempo è lui che tiene in piedi la Sampdoria con due parate decisive. Sul gol non può molto.

Bereszynski 6 – Ottimo controllo nel primo tempo della partita, si propone in avanti e va frequentemente al cross. Grida vendetta quel pallone servito in area per Caputo che non attacca la profondità. Nel secondo tempo replica la buona prestazione fino al cambio (75′ Ciervo 6 – Entra e fa il suo)

Yoshida 6 – Fa buona guardia, chiude tutti i varchi, ci mette il fisico quando serve. Nel secondo tempo si fa uccellare insieme a tutto il resto della difesa da Shomurodov.

Colley 6,5 – Fatica nella prima parte di gara, patisce qualche problema fisico e subisce qualche fallo (che poi restituisce matematicamente). In assenza di Thorsby tutti i palloni aerei sono i suoi, alcuni ottimi interventi.

Augello 6 – Vale lo stesso discorso fatto per Bereszynski nel primo tempo, ottima copertura in difesa e qualche idea offensiva che però non viene colta dai compagni di squadra. Replica anche lui nella ripresa, cala ma non vistosamente.

Candreva 6 – Primo tempo abbastanza anonimo per l’esterno della Sampdoria, costretto più alla fase difensiva che a quella offensiva. Nella seconda frazione di gioco riduce un po’ i ritmi, ma si fa sempre trovare pronto (88′ De Paoli sv).

Ekdal 6 – Il centrocampista blucerchiato è sempre una garanzia. Mette ordine, fa girare bene il pallone. D’Aversa è costretto a cambiarlo per un problema fisico. (dal 37′ Ferrari 6.5 – Ottimo ingresso in campo per il difensore che è costretto a un super lavoro. Chiusure precise).

Askildsen 5.5 – Fa una fatica incredibile contro la Roma, ma non è mai domo. Nel primo tempo alterna buoni interventi ad altri decisamente discutibili (dal 88′ Yepes sv).

Gabbiadini 7.5 – Della Sampdoria è l’unico che ci prova con continuità, ogni pallone che sembra buono per essere calciato lui lo scaglia contro Rui Patricio. Nel secondo tempo butta in rete la palla del pareggio e non molla mai.

Caputo 5 – Grida vendetta il pallone servitogli da Bereszynski sul quale non attacca la profondità. Non incide nei primi quarantacinque minuti. Nella ripresa resta in ombra fino alla sostituzione (75′ Quagliarella 6.5 – Entra e propizia il gol)