PAGELLE Sampdoria Fiorentina: Keita si conferma, Quagliarella classe pura

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria Fiorentina, le pagelle del match: Keita si conferma goleador, Quagliarella di nuovo decisivo

Audero 6,5 – Partita tranquilla del numero uno blucerchiato. Nel primo tempo con un doppio guizzo prova ad evitare, senza riuscire, il pareggio di Vlahovic. Ripresa attenta nel proteggere il vantaggio

Bereszynski 6 – Primo tempo bloccato del terzino polacco. Pochi i rischi corsi ma manca l’iniziativa offensiva. Salva con una scivolata un’opportunità viola dopo l’errore di Silva e alla fine protegge la porta di Audero.

Yoshida 6,5 – La macchinosa manovra viola non gli crea troppe preoccupazione nella prima frazione di gioco. Nella ripresa prova a chiudere su ogni pallone che arriva in area e non fa più passare nulla

Colley 6,5 – Offre una partita al di sotto delle sue possibilità nel primo tempo. Troppa difficoltà nel gioco aereo. Nella ripresa, dopo un inizio difficile salva il risultato con un salvataggio sulla linea, che risulterà decisiva

Augello 6 – Sempre propositivo il terzino della Sampdoria. Va spesso al cross senza trovare i compagni. Attento in difesa, riuscendo a chiudere le avanzate della Fiorentina e ad aiutare i centrali

Jankto 5.5 – Partita evanescente del 14 blucerchiato. Attento in fase di copertura ma poco incisivo nella manovra offensiva. Ranieri prova a cambiargli fascia alla mezzora ma il risultato non cambia ( dal 64′ Quagliarella 7,5 – Brilla la sua qualità, oltre al gol riesce a gestire molti palloni e a regalare alla Sampdoria i tre punti)

Silva 5,5 – Primo tempo gestito in tranquillità dal centrocampista blucerchiato, tanti palloni toccati e pressing costante. Nel secondo tempo avverte la fatica e perde il possesso molte volte, regalando possibilità alla Fiorentina (dal 74′ Ekdal 6 – Precisione per il numero 6 della Sampdoria. Riesce ad aiutare la squadra nel respingere il forcing viola)

Thorsby 5,5 – Partita difficile per il norvegese. In ritardo nel pressing sui centrocampisti avversari. Complicata anche la sua gestione del pallone. Nella seconda fase della ripresa cresce e, stoicamente, difende con la squadra il vantaggio

Damsgaard 6 – La prima fase della sfida gli consegna lo scettro del migliore. Brilla e fa quello che vuole sulla fascia destra. Poco incisivo, però, negli ultimi trenta metri. Dopo l’inversione con Jankto perde lucidità e nella ripresa ha pochi spunti (dal 64′ Candreva 6,5 – Il suo assist decide il match. Nel finale si sacrifica per rispondere colpo su colpo agli attacchi viola)

Ramirez 6 – Dopo un primo tempo impreciso, cresce in intensità e migliora anche qualitativamente. Disturba costantemente i portatori di palla avversari, obbligandoli a ripartire dalle retrovie.

Keita 7 – Continua il momento magico dell’attaccante blucerchiato. Segna con l’aiuto di Dragowski e nel secondo tempo migliora la sua prestazione creando diversi grattacapi alla difesa avversaria (dal 88′ Leris s.v.)

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski 5; Milenkovic 6; Pezzella 6 (dal 82′ Callejon s.v.); Martinez Quarta 6; Venuti 6 (dal 82′ Malcuit s.v.); Bonaventura 6,5; Pulgar 6; Castrovilli 5,5; Biraghi 5,5; Kouame 5,5; Vlahovic 6,5