PAGELLE Sampdoria Udinese: Torregrossa da sogno, Verre delude

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria Udinese, le pagelle del match: Torregrossa entra e decide la partita, Verre spreca la chance dal primo minuto

Audero 6,5 – È decisivo al 28′ a salvare il risultato sul tiro di Mandragora a un metro dalla porta con un colpo di reni da terra. Nell’azione del gol di De Paul è bravissimo a parare il primo tiro dell’argentino, mentre non può fare nulla sulla seconda conclusione.

Bereszynski 6,5 – Al 6′, nonostante il fuorigioco fischiato a Lasagna, riesce a recuperare benissimo sulla punta friulana. Nel primo quarto d’ora è il migliore della Sampdoria, vince nettamente il duello con Zeegelaar ed è molto propositivo nelle azioni offensive doriane. Nel secondo tempo è più in sofferenza, ma se la cava benissimo.

Yoshida 6 – Dopo quattro minuti si fa superare con troppa semplicità da Zeegelaar facendo venire un brivido ad Audero e compagni. Al 28′, però, salva un gol già fatto sul tiro di Lasagna a botta sicura. Nel resto della partita è bravo a difendere il vantaggio della Sampdoria.

Colley 6 – Il centrale gambiano è preciso e puntuale nei suoi interventi. Al 37′ è bravo a fermare Lasagna lanciato a rete. Al 56′ è sfortunato nel rimpallo che manda De Paul in porta nel gol del vantaggio friulano.

Augello 6,5 – Primo tempo senza infamia e senza lode per l’ex terzino dello Spezia. Nel secondo tempo è bravo nella diagonale difensiva che ferma De Paul pronto a concludere in porta. È suo l’assist perfetto per il 2-1 di Torregrossa.

Candreva 7 – Nel primo tempo l’esterno blucerchiato è mal posizionato e, infatti, non riesce a creare troppi pericoli ai difensori dell’Udinese. Nella ripresa cresce di condizione e, al 64′, riesce a guadagnare anche un calcio di rigore che trasforma con un cucchiaio perfetto.

Silva 6,5 – L’avversario da marcare si chiama De Paul e, per questo motivo, il suo compito  non è dei più semplici, ma è comunque bravo rubare spesso palla e a iniziare la manovra blucerchiata. Molto bene anche nei ripiegamenti difensivi. Nei suoi ultimi minuti in campo avanza di posizione e diventa una sorta di regista offensivo della Sampdoria (dal 73′ Ramirez 6 – Entra come trequartista nel 3-4-1-2 provato da Ranieri negli ultimi 30 minuti del match ed è bravo a far rifiatare la squadra quando serve).

Ekdal 6 – Aggressivo al punto giusto, lo svedese riesce, insieme al suo compagno di reparto, a marcare abbastanza bene De Paul e gli altri centrocampisti bianconeri (dall’85’ Askildsen sv).

Damsgaard 5,5 – Non una prestazione da ricordare per il talento danese, che tende ad accentrarsi troppo e a sbagliare qualche passaggio semplice prendendosi le grida di Ranieri (dal 61′ Keita 5,5 – Ci prova subito ma Stryger Larsen gli nega la gioia del gol. A un minuto e mezzo dalla fine si fa parare da Musso il possibile gol del 3-1).

Verre 5,5 – Inizia bene proponendosi spesso tra le linee e ripiegando a centrocampo per dare una mano nella marcatura su De Paul. Ma, nella seconda metà del primo tempo, si vede poco e sbaglia scelte in diverse occasioni. Stesso discorso per quanto riguarda i primi 15 minuti del secondo tempo (dal 61′ Thorsby 6 – Entra per dare sostanza al centrocampo blucerchiato e ci riesce molto bene).

Quagliarella 6 – Primo tempo difficile per il capitano blucerchiato, che non riceve molti palloni e, di conseguenza, non riesce ad essere pericoloso. Sempre perfetto nei tempi di gioco (dal 61′ Torregrossa 7 – Esordio da sogno per la punta di Caltanissetta, che all’80’ riceve l’assist preciso di Augello e insacca di testa per il 2-1 della Sampdoria. È bravissimo anche al 93′ quando aspetta Keita e lo serve in maniera perfetta per l’occasione del possibile terzo gol).

UDINESE: Musso 6; Becao 6, Bonifazi 6 , Samir 6,5; Stryger Larsen 6,5 (dall’85’ Molina sv), De Paul 7, Walace 6 (dall’85’ Nestorovski sv), Mandragora 5 (dal 76′ Arslan 5,5), Zeegelar 5,5 (dall’88’ Ouwejan sv); Pereyra 5,5; Lasagna 5.