Connettiti con noi

News

Pagelle Sassuolo Sampdoria: Quagliarella troppo solo, bene Audero

Pubblicato

su

Sassuolo Sampdoria, le pagelle del match: Audero si supera, Quagliarella troppo solo e mal servito

Audero 7 – Si mette in luce nel corso del primo tempo del match con alcune respinte e parate interessanti. La Sampdoria non corre nessun pericolo. Nella ripresa stupisce tutti con la respinta sul tiro missile di Boga, dimostrando buoni riflessi, e altri interventi decisivi.

Bereszynski 6 – Il terzino è evidentemente sopraffatto dalle incursioni avversarie e cerca di prendere le misure al Sassuolo per tutto l’arco della partita. In crescita durante il corso della gara, si ritaglia il compito di difendere su ogni pallone demandando ad Augello l’incombenza di costruire gioco.

Yoshida 6,5 – Il compito lo porta sempre a termine, ma non viene agevolato dai compagni di reparto che compiono alcuni errori evitabili e lo costringono sempre a chiusure in extremis. Il giapponese ci mette sempre il fisico.

Colley 6 – Primo tempo in cui non si mette in mostra per particolari intuizioni difensive, all’inizio della seconda frazione di gioco mette il pallone nei piedi di Caputo che fortunatamente sbaglia tutto. Quello che non gli si può certo recriminare è che non sia ben piazzato in area.

Augello 6 – La sua prestazione è sempre costruttiva. Mentre il collega sulla fascia destra si limita a difendere, ad Augello viene chiesto un apporto offensivo più spiccato.

Ekdal 6 – Spesso viene richiamato da D’Aversa che lo consiglia sui movimenti e con cui si intrattiene anche nel tunnel degli spogliatoi all’intervallo. Partita tutto sommato positiva (84′ Depaoli sv)

Thorsby 6,5 – Ottima la prestazione del norvegese che si dimostra un elemento imprescindibile per la quantità di palloni toccati e i chilometri percorsi durante il corso di tutta la partita.

Candreva 6,5 – È uno tra i migliori del primo tempo del match, dai suoi piedi partono quasi tutti i palloni che possono essere occasioni perfette per andare in gol. Nel secondo tempo non si risparmia e cerca di costruire azioni d’attacco con ogni pallone che gravita dai suoi piedi.

Damsgaard 5 – Partita non proprio perfetta per il danese e la sensazione è che debba ancora entrare bene nel ruolo disegnatogli addosso da mister D’Aversa (84′ Adrien Silva sv)

Verre 6,5 – Primo tempo coraggioso per il trequartista blucerchiato, combatte, prova il tiro dalla distanza, si propone e propone palloni ai compagni di reparto. Replica nel secondo tempo del match senza calare mai di intensità (65′ Askildsen 6 – Ci mette tutto se stesso e non tradisce la fiducia di D’Aversa).

Quagliarella 6 – Troppo solo ne primo tempo e mal servito, troppo solo e mal servito nella seconda frazione di gioco. È chiaro che ha bisogno di un compagno che gli giochi più vicino e che non possa fare sempre tutto da solo. La sua prestazione è tutta di cuore, ma non basta per trascinare la Sampdoria alla vittoria. Si dimostra indispensabile anche nel fare il gioco sporco in mezzo al campo.

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli 6; Toljan 6, Ferrari 6.5, Chiriches 6.5Rogerio 7Maxime Lopez 6, Frattesi 5.5 (87′ Magnanelli sv); Djuricic 6.5, Raspadori 6.5 (78′ Scamacca 6), Boga 6.5 (87′ Traore sv); Caputo 5 (68′ Defrel 5.5).