Palermo, Di Piazza: «Ferrero? Notizia uscita ad arte»

Sampdoria Ferrero
© foto www.imagephotoagency.it

Di Piazza ridimensiona la voce che vorrebbe il presidente della Sampdoria interessato al Palermo: «Ferrero? Voci costruite ad arte»

La notizia che vorrebbe Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, interessato all’acquisto del Palermo ha ricominciato a circolare con una certa insistenza. A gettare acqua sul fuoco ci pensa Tony Di Piazza, vicepresidente del Palermo al Corriere dello Sport.

FERRERO – «Questa di Ferrero mi sembra una notizia uscita ad arte chissà per quale motivo. Sono stato chiamato da Genova e mi è stato chiesto se avessi mai potuto cedere il mio 40% a Ferrero e ho risposto che considererei la sua proposta come quella di chiunque altro, solo se mi convincesse sia economicamente che eticamente e se fossi certo che terrebbe al Palermo almeno quanto ci tengo io, cioè tantissimo»

GARANZIE – «Pretenderei le garanzie economiche idonee a garantire un futuro roseo a questa squadra che rappresenta un simbolo per milioni di tifosi, che non possono pensare che la loro passione e il loro amore vengano utilizzati da qualcuno per speculare o arricchirsi. Io non ho investito nel Palermo per questo motivo e non ho interessi economici che gravitano nell’ambito dell’azienda calcio. Nessuna mia società lavora nell’indotto. Ho iniziato questa splendida avventura perché credevo, e credo, che se la vita ti sorride lavorativamente è giusto restituire una parte della fortuna costruita al territorio in cui sei nato».