Juventus, Paratici: «Il calciomercato sarà di prestiti e scambi»

paratici juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Il direttore sportivo della Juventus Paratici spiega come potrebbe essere il prossimo calciomercato: prestiti più lunghi e tanti scambi

Il direttore sportivo della Juventus Fabio Paratici, intervenuto a Sky Sport, traccia le linee del prossimo calciomercato. Le difficoltà economiche della Serie A, conseguenti all’emergenza Coronavirus, cambieranno anche il modo di fare mercato.

CALCIO COME NBA – «Credo che la partenza sia dovuta alla mia dichiarazioni di qualche giorno fa, perchè io ho detto che mi immagino il prossimo calciomercato in stile NBA. È stata solamente una considerazione dettata dal fatto che le società avranno più difficoltà economiche e bisogna avere quindi idee. Studiando i vari sistemi calcistici e non ho pensato che l’NBA possa essere qualcosa da cui prendere spunto. C’è un’altra differenza enorme con l’NBA: lì la Lega funziona come camera di compensazione per le società. La Premier League ha seguito un po’ di più questa gestione, soprattutto sulla gestione del brand».

MERCATO DI PRESTITI E SCAMBI – «Che ci sia meno liquidità è sotto gli occhi di tutti. Ci saranno scambi, formule più creative come i prestiti lunghi. Se non puoi comprare una casa, ad esempio, vai in affitto. Se non puoi comprare un giocatore da N milioni di trasferimento cerchi di ‘affittarlo’ per un tempo più lungo possibile. Una formula che si userà molto per poter usufruire dei calciatori senza troppi esborsi economici. Bisogna vedere, se si scambiano i calciatori, di grande livello in una fascia di mercato alta, il valore di mercato non scenderà. Nei salari si starà sicuramente si starà molto più attenti, invece per acquistare un calciatore solo con i soldi, il valore scenderà».