Paredes, ricorda le tue parole: «Vorrei tornare a lavorare con Sabatini»

© foto www.imagephotoagency.it

Sabatini può agevolare l’arrivo di Paredes alla Sampdoria: il centrocampista ha molta stima del dirigente

Nuovi scenari di mercato si possono aprire ora che Walter Sabatini è un nuovo dirigente della Sampdoria. Il primo nome che viene in mente è quello di Leandro Paredes, centrocampista in uscita dallo Zenit. Per il post Torreira sarebbe il profilo ideale e la società doriana potrebbe utilizzare la carta Sabatini per convincerlo ad approdare in blucerchiato. In passato il centrocampista non ha nascosto stima e fiducia nel nuovo dirigente della Sampdoria, seguendo i consigli che gli ha dato. Nel 2015, Paredes aveva commentato ambientamento nell’Empoli, squadra in cui era in prestito dalla Roma, sottolineando come la sua scelta fosse stata condizionata da un consiglio di Sabatini; nuovamente nel novembre del 2017 aveva dichiarato: «Sabatini? Uno che rispetto tantissimo perché è un grande professionista e non mi dispiacerebbe tornare a lavorare con lui, un giorno».

Ora che Sabatini è alla Sampdoria, Leandro Paredes sembra essere molto più che un sogno. La richiesta dello Zenit si aggira sui 20 milioni, il calciatore vorrebbe tornare in Serie A e davanti a un’offerta considerevole metterebbe pressione alla società russa. La Sampdoria spingerebbe per chiudere intorno ai 17-18 milioni per il talento classe ’94. L’unico nodo potrebbe essere legato all’ingaggio, ma con uno sforzo del giocatore e la prospettiva di potersi nuovamente mettere in luce in Serie A non dovrebbe essere un ostacolo insormontabile.