Piovaccari va alla Ternana e ricorda: «Alla Samp brutta esperienza»

© foto www.imagephotoagency.it

Piovaccari, dopo diverse esperienze in giro per il mondo, di nuovo l’Italia: ufficiale il suo arrivo alla Ternana

Dopo lunghe peregrinazioni ai quattro angoli del globo, Federico Piovaccari torna a giocare in Italia: l’ex attaccante della Sampdoria, arrivato a Genova l’anno della Serie B per riportare i blucerchiati in Serie A grazie ai suoi gol, in Liguria non aveva sfondato, anzi: dopo qualche sporadica apparizione ad inizio stagione condita da qualche gol, il centravanti arrivato dal Cittadella era finito presto nel dimenticatoio, e il rapporto con i tifosi non era mai decollato. Dopo l’esperienza alla Samp Piovaccari ha cambiato molte maglie, senza trovare mai la giusta continuità: Eibar, Western Sidney, Cordoba, Zhejiang Yiteng. Il punto più alto della sua carriera è coinciso probabilmente con l’esperienza in Romania alla Steaua Bucarest, squadra con la quale ha anche giocato e segnato in Champions League. Adesso, una nuova avventura in Italia, a 5 anni di distanza dall’ultima esperienza nel Belpaese, con il Grosseto.

L’attaccante ha firmato con la Ternana e proverà a dare il proprio contributo per aiutare la squadra a salvarsi, suonando magari con più costanza quel piffero che i tifosi blucerchiati, purtroppo, gli hanno visto sfoderare ben poche volte. Le sue parole riguardo la parentesi doriana non sono però dolci: «La Champions League? E’ stato un sogno che si è avverato. Giocavo alla playstation e prendevo Messi, qualche mese dopo ci ho giocato contro al Camp Nou. Il calcio è imprevedibile. Dopo la brutta esperienza alla Sampdoria sono andato a Grosseto e casualmente la Steaua Bucarest era venuta a vedere Pavoletti. In quella partita segnai una doppietta e presero me. Nel mondo del calcio ci vuole fortuna, ma te la devi saper cercare».