Connettiti con noi

News

Caos plusvalenze in Serie A: indagini su alcuni club italiani

Pubblicato

su

La Covisoc starebbe indagando su Juventus e Napoli per alcune plusvalenze sospette indicate negli ultimi bilanci: l’inchiesta sulla Serie A

La Repubblica informa di una relazione della Covisoc, la Commissione di Vigilanza sulle società di calcio, finita sul tavolo del Procuratore della FIGC Giuseppe Chinè e inviata per conoscenza anche al presidente Gravina riguardo alle plusvalenze sospette degli ultimi due anni (2019-21) dei club di Serie A. La relazione è generica: denuncia un sistema. Ma un allegato — con nomi, cognomi e soprattutto numeri — descrive tutte le operazioni più rilevanti.

Coinvolte direttamente Juventus e Napoli: i bianconeri sono sotto la lente per gli scambi in cui sono entrati calciatori valutati cifre significative senza un’apparente ragione sportiva. Franco Tongya e Marley Aké, che Juventus e Marsiglia hanno scambiato per 8 milioni (quindi a saldo zero), giocano rispettivamente nella quarta serie francese e in Serie C. Oppure i quattro calciatori del Napoli che il Lille si è preso per 20 milioni nell’affare Osimhen: tre sono tornati in Italia, due in Serie D, uno in C, un altro è al Lille senza aver giocato mai, si legge.

Ad oggi l’allentamento del Fair play finanziario e la possibilità di spalmare le perdite su più esercizi hanno ridotto drasticamente la necessità di ricorrere alle plusvalenze che fino a pochi mesi fa rappresentavano un salvagente per molte società. Ma come stabilire se il valore di uno scambio è congruo? La FIGC comunque avrà l’onere di indagare.