Pradè: «Se avessimo segnato dieci minuti prima…»

pradè sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria – Lazio sarebbe potuta finire diversamente secondo Daniele Pradè, sarebbe bastato un gol dieci minuti prima rispetto a quello segnato da Schick e il pubblico avrebbe spinto la Sampdoria al pareggio

La Lazio imposta tutta la partita sul tenere dieci uomini dietro la linea del pallone e aspettare il momento propizio per arrivare al gol con le ripartenze. Apre le marcature Milinkovic Savic e poi raddoppia dopo poco Parolo. Per la Sampdoria è solo Schick ad accorciare le distanze con la rete al 89esimo minuto di gioco. Intervistato al termine del match, in zona mista, Daniele Pradè commenta la gara giocata a Marassi.

PARTITA DIFFICILE, LAZIO SQUADRA NON FACILE – «È stata una partita difficile, forse abbiamo pagato un po’ di inesperienza» esordisce «La Lazio non è una squadra facile da affrontare, è una formazione quadrata, arrivata ferita nell’orgoglio dopo il Derby della Capitale. Se fossimo andati a riposo sullo 0-0 o anche sul 0-1, forse avremmo potuto pareggiarla. Sono certo che se avessimo fatto gol dieci minuti prima sarebbe stato un altro risultato finale»
SCHICK: GIOVANE MA IN CONTINUA CRESCITA – «È importante che i giovani abbiamo un percorso di crescita. Siamo una squadra che ha grandi margini: la crescita avviene domenica in domenica, abbiamo anche molti giovani che sono al loro primo anno in Italia. I nostri tifosi? Sono qui da due mesi ma ho già vissuto delle esperienze forti come il derby e le partite con il Sassuolo, Inter e Torino. La gradinata Sud ci spinge tantissimo. È ed è per questo che dico che un gol prima ci avrebbe fatto pareggiare».