Primavera, Augusto senza paura: «Convinto delle mie scelte»

Primavera Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

La Primavera resta inchiodata in fondo alla classifica: ennesima sconfitta in campionato, questa volta contro l’Inter. Parla Massimo Augusto

È una Sampdoria che si sveglia tardivamente, quella che vediamo tra le mura del “R.Garrone” di Bogliasco. Un primo tempo che si concretizza in cinque minuti vicino alla mezz’ora di gioco. Due azioni, la prima nata sugli sviluppi di un corner che porta in vantaggio l’Inter con la rete di Lombardoni e la seconda con un tiro di Mutton imparabile, che condannano i blucerchiati a rimandare l’appuntamento con la vittoria. Un solo pareggio è un bottino troppo modesto per una squadra che, con soddisfazione, aveva raggiunto le Final Eight la scorsa stagione.

Ai microfoni di Sportitalia, al termine del match, interviene Massimo Augusto. Il tecnico non ha nulla da rimproverare ai suoi ragazzi e continua a sostenere la sua idea di gioco che, con il tempo, porterà i suoi frutti: «Ho incoraggiato i miei, non posso rimproverare loro nulla dopo il secondo tempo che hanno giocato. La partita è stata condizionata da due episodi, che paghiamo a carissimo prezzo. Le mie scelte sono frutto del lavoro che facciamo in settimana, non le cambierei. L’Inter è una squadra molto ben organizzata: ha saputo chiudere bene i nostri attaccanti. Bisogna continuare a lavorare duramente, quando hai ragazzi di qualità si può pagare il prezzo del sacrificio. Dobbiamo imparare ad avere più coraggio, soprattutto nel concretizzare le palle da gol». I blucerchiati proveranno a rifarsi nella prossima gara, nuovamente casalinga, che dovranno affrontare contro il Sassuolo.