Primavera, Juventus-Sampdoria 1-0: sintesi e tabellino

primavera sampdoria
© foto Mattia Bronchelli

Primavera, Juventus-Sampdoria: partita difficile e non perfetta per i blucerchiati che non riescono a battere i bianconeri

Trasferta impegnativa per la Sampdoria, al centro sportivo di Vinovo dove affronta la Juventus, in campo per la quattordicesima giornata del campionato Primavera 1. Situazione di classifica diametralmente opposta per le due squadre: i bianconeri sono forti del loro quarto posto conquistato con una buona rimonta, i blucerchiati anche loro in ripresa si trovano ancora nelle zone basse della classifica. Il primo tempo è caratterizzato da una buona prestazione della squadra allenata da Pavan, chiusure precise, attenzione che, purtroppo, non viene premiata: al termine della prima frazione di gioco Zanandrea tocca in rete il pallone che gli arriva da una calcio piazzato.

Il secondo tempo è meno bello per la Sampdoria che a tratti sembra farsi schiacciare dalla squadra bianconera e lascia più spazi nel tentativo di trovare la rete del pareggio. Due cambi per Pavan durante i secondi quarantacinque minuti: fuori Cappelletti e Cabral, dentro Prelec e Curito per cercare di ravvivare le idee offensive della squadra in difficoltà. Negli ultimi minuti di gioco viene effettuato il terzo ed ultimo cambio con Mpie al posto di Gomes Ricciulli, purtroppo però non arrivano azioni degne di significato per i blucerchiati che non riescono a trovare la rete per strappare un punto sul campo della Juventus.

Primavera, Juventus-Sampdoria: il tabellino

MARCATORI: p.t. 45′ Zanandrea.

JUVENTUS (4-5-1): Busti, Delli Carri, Tripaldelli, Zanandrea, Caligara, Vogliacco, Di Pardo, Muratore, Olivieri, Montaperto (dal 38′ s.t. Portanova), Kameraj. A disposizione: Siano, Anzolin, Sane, Serrao, Merio, Meneghini, Capellini, Bandeira , Morrone, Campos, Morachioli. Allenatore: Dal Canto.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Krapikas; Doda, Veips, Oliana, Romei; Tessiore, Gabbani, Ejjaki; Cabral (dal 30′ s.t. Curito); Cappelletti (dal 18′ s.t. Prelec), Gomes Ricciulli (dal 38′ s.t. Mpie). A disposizione: Hutvagner, Piccardo, Ferrazzo, Fido, Pastor, Aramini, Bubacar, Perrone, Scotti, Vujcic. Allenatore: Pavan.

ARBITRO: Curti di Milano. Assistenti: Ceccon di Lovere e Catamo di Saronno.

NOTE: ammoniti al 38′ p.t. Di Pardo e al 45′ s.t. Gabbani; recupero 1′ p.t. e 4′ s.t.