Primavera, tre punti con il cuore: la Samp vince 3-2 a La Spezia

Samp primavera
© foto SampNews24

Si è appena concluso il match tra Spezia e Sampdoria, valido per la decima giornata del Campionato Primavera “Giacinto Facchetti”. I blucerchiati si presentavano alla “straligure” dopo il KO interno con il Cesena. Quest’oggi l’avversario era altrettanto modesto: lo Spezia ha infatti faticato fino a qui, collezionando solo 6 punti in nove giornate.

Spezia: Barone, Candela, Della Pina, Martorelli, Mosti, Acampora, Posenato, Demofonti, Suleiman, Cecchetti, Giuliani. A disposizione: Desjardins, Gavini, Mannucci, Selimi, Manfredi, Bordini, Cantatore, Vicini, Capelli, Vatteroni, Mazzini, Monti.

Sampdoria: Krapikas, Diaby, Amuzie, Oliana, Pastor, Leverbe, Tomic, Baumgartner, Balde, Cioce, Vrioni. A disposizione: Piccardo, Tissone, Ferrazzo, Gilardi, Romei, De Nicolo, Gabbani, Curito, Testa, Cuomo, Bernini, Gomes.

 

L’apertura della prima frazione è molto combattuta: al 9′ sugli sviluppi di una punizione di Baumgartner il portiere spezzino è bravo a chiudere su Balde. Al 19′ ci prova lo Spezia con un’azione in velocità, ma Oliana è attento su Suleiman e la manda in corner. Al 29′ Pastor cerca la rete impattando di testa su calcio d’angolo, ma la conclusione manca lo specchio della porta. Cala lo Spezia, cresce la Samp, e arrivano così le prime reti della partita. Al 38′ Balde penetra da sinistra, ma fallisce il cross; la sfera viene raccolta da Tissone il cui traversone è più fortunato e raggiunge Baumgarntner che insacca: 1-0 Samp. Lo Spezia incassa e non reagisce, consentendo ai blucerchiati il raddoppio: innescato da un rapido contropiede, Vrioni la deposita alle spalle di Barone (42′). La prima frazione si conclude dunque sullo 0-2.

Il secondo tempo si apre con uno Spezia maggiormente incisivo, specialmente sotto porta. Al 50′ è subito rete per gli aquilotti che sfruttano un errore nel fraseggio di Amuzie e Baumgartner per freddare Krapikas. Lo stesso portiere blucerchiato interviene malamente su Giuliani al 56′, causando il rigore per i padroni di casa. Sul dischetto Suleiman non sbaglia, permettendo allo Spezia di acciuffare il pareggio in pochi minuti. La reazione doriana non si fa attendere: al 63′ Cioce spedisce uno splendido pallone in rete direttamente da calcio di punizione. L’ultima mezz’ora di gara vede gli aquilotti aggressivi nel cercare il pareggio, e una Samp che si affida maggiormente alle ripartenze. Al 75′ Posenato elude la marcatura ma la sua conclusione è deviata in corner. L’arbitro decide di assegnare 5 minuti di recupero a causa del gran numero di falli e interruzioni di gioco, ma lo Spezia non riesce a capitalizzarli dimostrando una certa sterilità in area di rigore. La partita si chiude sul risultato di 2-3.